Mastodon Uno Italia

il blog dell'istanza italofona mastodon.uno e della guida mastodon.it

I critici sostengono che le piattaforme di social media abbiano troppo potere sul dibattito pubblico e lo usano in modo irresponsabile. Piattaforme come Facebook, TikTok, YouTube e Instagram hanno contribuito al discorso d'odio e alla proliferazione di disinformazione dannosa. Nonostante questa reputazione tossica, queste aziende rimangono radicate. Nonostante le numerose soluzioni tecniche proposte per risolvere i mali dei social media, un ostacolo strutturale si frappone a un vero cambiamento: il controllo centralizzato e privato da parte di aziende che massimizzano i profitti. C'è un continuo tira e molla tra chi cerca solo un'esperienza online piacevole e i proprietari delle piattaforme che hanno un incentivo per aumentare il coinvolgimento a tutti i costi. Ma queste piattaforme non cercano in realtà di favorire la connessione umana, i #socialmedia spingono gli utenti a comportarsi in modi che siano tracciabili e analizzabili per vendere annunci e massimizzare i profitti

Nonostante i risvolti negativi, le aziende che oggi dominano i #social rimangono popolari grazie all'effetto di rete: tutti vogliono essere dove ci sono gli altri. I tentativi di soppiantare queste aziende sono in gran parte falliti: l'ultimo decennio è disseminato di fallimenti di presunti “killer di Facebook”.

Ma questo non significa che si sia rinunciato a cercare di creare una forma migliore di #socialnetwork. Infatti, si sta formando una nuova ondata di social network decentralizzati. Questi progetti finora non sono riusciti a intaccare in modo significativo il mercato oligarchico dei social, ma offrono utili lezioni su come sia possibile creare spazi online migliori.

Che cos'è una piattaforma decentralizzata?

Nonostante la sfiducia, Internet è disseminato di piccoli tentativi di creare una piattaforma di social media in cui gli utenti siano responsabilizzati: Manyverse, BitClout, DeSo, Friendica, Scuttlebutt, Diaspora. La maggior parte di esse attrae lo stesso assortimento di hobbisti tecnologici stravaganti e di attivisti irritati che cercano un rifugio. L'eccezione degna di nota è #Mastodon, che ha circa 4 milioni di utenti e tende ad attirare l'attenzione ogni volta che #Twitter ha un ciclo di notizie negative.

Creato nel 2016 da Eugen Rochko, Mastodon assomiglia a Twitter, ma piuttosto che un singolo sito web, è una piattaforma software open-source che consente agli utenti di gestire reti sociali “federate” e autogestite. Invece di iscriversi a Mastodon, si crea un account su una delle numerose istanze – server indipendenti con URL unici – come mastodon.uno, mastodon.online e sociale.network. Queste comunità utilizzano il software di base di Mastodon, ma hanno regole o modalità di interazione diverse. Pensate a questo come agli Stati Uniti: ognuno ha le sue leggi ma tutti operano sotto l'infrastruttura della nazione più ampia. È come la posta elettronica: Il vostro account potrebbe essere un account Google, ma potete comunque “parlare” con qualcuno con un account Yahoo o Hotmail, ma le stesse interazioni sociali assomigliano a quelle di Twitter.

L'obiettivo di Mastodon e di altri social di questo tipo è quello di creare una piattaforma “decentralizzata” – un ecosistema di social media in cui il controllo dei contenuti e delle funzionalità è disperso tra gli utenti invece di essere concentrato nelle mani del fornitore principale. Sebbene esistano diverse soglie per definire il concetto di “decentralizzato”, uno dei principali vantaggi di questo modello è quello di dare agli utenti maggiore voce in capitolo nel controllo dei termini di moderazione dei contenuti. Inoltre, può fornire loro un quadro di riferimento per elaborare soluzioni agli incentivi alla massimizzazione dei profitti dell'economia dell'attenzione contemporanea. Nel caso di Mastodon, gli operatori delle istanze possono sperimentare le proprie strutture di governance e, grazie alle dimensioni relativamente ridotte delle singole istanze, discutere i problemi con i membri della comunità in modo più immediato.

Piccolo è bello

il “Network Effect” erano le parole magiche dell'ottimismo di Internet nei suoi giorni di gloria, quando ancora pensavamo che sarebbe stata una buona idea riunire tutti in un unica grande arena. Ma è ormai chiaro che la portata e il ritmo delle comunicazioni elettroniche di massa rendono quasi impossibile elaborare o contestualizzare in modo significativo la quantità di informazioni a cui siamo esposti quotidianamente. La ricerca ha scoperto che le informazioni negative ricevono più attenzione e modellano il comportamento in modo più potente di quelle positive, il che si traduce in una tossicità virale su piattaforme sovraffollate.

La riduzione delle piattaforme dei social media in numerosi piccoli nodi può favorire una maggiore empatia, comprensione e contestualizzazione delle informazioni. Un ecosistema mediatico più piccolo e decentralizzato potrebbe assomigliare a un mosaico di villaggi virtuali adiacenti ma interconnessi che operano su una scala facilmente gestibile. Alcuni hanno sostenuto che la struttura federata di Mastodon è troppo confusa per essere compresa dalla maggior parte delle persone, il che limita il suo fascino. Ma il cambiamento deve iniziare da qualche parte e il relativo successo della piattaforma indica che le persone potrebbero essere pronte a iniziare un cambiamento graduale.

Come gestire gli utenti tossici

Nonostante il relativo successo di Mastodon, la sua crescita ha portato alla luce complicazioni uniche nella gestione decentralizzata. La moderazione dei contenuti è stato un problema cronico per le piattaforme di social media tradizionali, nonostante le loro strutture di controllo centralizzate e onnipotenti. La struttura federata di Mastodon adotta un approccio alla moderazione più svincolato: se qualcuno ha le competenze tecniche per creare un'istanza, può gestirla come vuole e gli utenti possono decidere se aderire o meno in base a queste regole.

Mastodon ha incontrato una sfida notevole nel luglio 2019, quando il social network della destra estrema Gab ha cambiato la sua piattaforma software in Mastodon diventando immediatamente il più grande gruppo sulla piattaforma. Mastodon ha condannato Gab in una dichiarazione ufficiale, ma poiché è decentralizzato, il team era strutturalmente incapace di impedire alla piattaforma di utilizzare il software open-source. Sebbene Gab avrebbe potuto generare un ritorno di fiamma tossico su una piattaforma centralizzata, la situazione è stata contenuta in modo sorprendentemente rapido sulle piattaforme decentralizzate. Le applicazioni Mastodon più diffuse hanno bloccato i domini Gab dalle loro schermate di accesso e la maggior parte degli operatori di istanze hanno bloccato Gab, isolando di fatto gli utenti dalla comunità più ampia. La risposta è stata organica, senza alcun coordinamento organizzato e un anno dopo Gab ha abbandonato Mastodon di sua iniziativa.

La soluzione ordinata con Gab dimostra che nel Fediverso la moderazione decentralizzata può funzionare, l'esperienza soggettiva della comunità è in ultima analisi più rilevante per l'utente medio rispetto all'architettura web, ma la decentralizzazione offre alcuni rimedi tangibili ai mali delle odierne piattaforme di social media onnicomprensive. La responsabilizzazione della comunità sembra un buon punto di partenza.

Questo video esplora come gli amministratori e gli attivisti di tutto il Fediverso abbiano lavorato per oltre un anno nell'isolare e respingere il social network di estrema destra Gab quando è entrato a farne parte nel giugno 2019 attraverso un mix di codici di condotta, moderazione umana, strumenti di moderazione forti.

4 funzionalità di Twitter che è meglio non avere su Mastodon

Quando avere meno feature è meglio per una conversazione sana

Ora che un miliardario narcisista ha comprato Twitter e probabilmente lo rovinerà in q moualche modo, molte persone stanno testando Mastodon, un social network open-source che non può essere controllato da nessuna organizzazione.

All'inizio Mastodon sembra un clone puro e semplice. Risponde ai 280 caratteri di Twitter con i 500 caratteri. Su Twitter si può mettere un “Mi piace” o un “Retweet” ai propri follower; su Mastodon si può mettere un “Preferito” o un “Boost” ai propri follower. Fin qui, tutto molto familiare.

Ma dopo un po' di tempo trascorso sul social si notano sottili e gradite differenze nel modo in cui si svolgono le conversazioni. Alcuni dei miglioramenti non derivano da nuove funzioni specifiche di Mastodon, ma da funzioni di Twitter che sono deliberatamente assenti. La prima di queste felici omissioni si trova proprio nella timeline della home.

Confronto tra Mastodon e Twitter: 1. le metriche

A sinistra, la timeline di Mastodon non mostra alcuna metrica, tranne 0, 1 o 1+ risposte. A destra, la timeline di Twitter mostra un conteggio delle risposte, dei “mi piace” e dei retweet su ogni tweet. Notate la differenza? Nella timeline iniziale di Mastodon, a sinistra, i post non hanno metriche accanto. Se volete vedere quanti boost e favoriti ha ottenuto un post, potete farlo, ma dovete cliccare su quel post.

Questa semplice modifica consente di giudicare un post prima di tutto in base al suo contenuto, piuttosto che al punteggio che gli viene attribuito. Un tweet con pochi like è sospetto; uno con tonnellate di like e retweet sembra autorevole, o almeno intelligente. E se ricevete più risposte che like, siete stati “ratioed”, un concetto di Twitter che suggerisce che dovreste sentirvi in imbarazzo per aver fatto un post stupido e impopolare. Se da un lato può essere soddisfacente “ratio” un cretino, un bigotto, un opinionista o un politico fuori dal mondo, dall'altro porta maggiore attenzione ai loro contenuti. E mobilitare molti account in un'ammucchiata non è garanzia di correttezza morale: A volte il rapporto con i prepotenti è il tuo. Su Mastodon, questa dinamica non esiste.

Anche le conversazioni nascondono il conteggio dei preferiti, finché non si clicca su ogni singolo post. Questo porta a un impegno più ponderato, piuttosto che alla tentazione di mettere il “mi piace” a ogni post della persona che è dalla “tua parte” per far sembrare che abbia vinto la discussione.

2. Notifiche di quante volte qualcuno mette “Mi piace” a una vostra risposta

Notifiche da Twitter: A tal dei tali sono piaciuti 4 tweet in cui sei stato menzionato. A tale e tale sono piaciuti 5 tweet in cui sei stato menzionato. (I nomi e i contenuti sono stati cancellati). Se avete avuto un'intensa discussione su Twitter, potreste temere la notifica “A tal dei tali sono piaciuti 10 tweet in cui siete stati menzionati”. Tendenzialmente significa che qualcuno ha cercato e dato un riconoscimento a tutte le persone che hanno litigato con voi e vi hanno insultato. È stressante essere avvisati in continuazione con questa notifica, ed è proprio per questo che siamo tutti tentati di farlo con le persone che riteniamo abbiano oltrepassato il limite. Così facendo, ancora una volta, aumentiamo la portata dei contenuti che non ci piacciono.

3. Citazione dei tweet

Come ha spiegato Eugen Rochko, sviluppatore principale di Mastodon:

“Ho scelto deliberatamente di non avere una funzione di citazione perché inevitabilmente aggiunge tossicità ai comportamenti delle persone. Si è tentati di citare quando si dovrebbe rispondere, e così si parla al pubblico invece che con la persona con cui si sta parlando. Diventa performativo. Anche quando lo si fa a “fin di bene”, come quando si ridicolizzano i commenti orrendi, in questo modo si dà più visibilità ai commenti orrendi.”

Se siete scettici su questo punto, non tutti i tweet con citazioni sono da buttare! Alcuni aggiungono un contesto in modo amichevole. Ma serve capire che, in effetti, è un bene che Mastodon guidi a parlare con le persone piuttosto che a indicarle. Quando si cita, si dirama la conversazione per parlare di qualcuno, e non è sempre chiaro se il postatore originale sia il benvenuto a partecipare al nuovo ramo di discussione. Rispondendo si ha più probabilità di scambiare idee e imparare qualcosa.

In alternativa, potete dare una spinta alla vostra risposta a qualcuno. Oppure, naturalmente, si può copiare l'URL di un toot e collegarsi a esso, o fare uno screenshot. Ma questo aggiunge abbastanza attrito per evitare che diventi la modalità di interazione predefinita. Come dice Elilla, l'autrice di un'utile introduzione a Mastodon, “In Twitter la maggior parte del mio feed era costituito da citazioni-ritweet che dissertavano in modo sprezzante sulle cose che detesto, esponendomi così ad esse; in Masto la maggior parte del mio feed è costituita da persone che si danno reciproco sostegno emotivo”.

4. funzione di ricerca full-text

Su mastodon possibile effettuare ricerche per hashtag. E su alcuni server è possibile effettuare una ricerca full-text dei toot che avete scritto, boostato, favorito o in cui siete stati sitati. Ma non è possibile effettuare una ricerca full-text dell'intera rete Mastodon.

Perché è un bene? Perché gli altri non possono fare ricerche full-text sulla rete Mastodon, trovare i vostri post e molestarvi. La famigerata pratica della ricerca dei nomi, che consiste nel trovare i tweet che vi riguardano anche se la persona non vi ha taggato, e nel confrontarsi con queste persone, non esiste più. Non dovete scrivere “El*n” per nascondervi dai fanboy di Elon Musk (quando volete che la gente trovi i vostri post di attualità, usate gli #hashtag).

Come per il mancato supporto delle citazioni, non si tratta di una limitazione tecnica, ma di una decisione deliberata e ponderata del progetto Mastodon.

Conclusione

I social network non profit consentono un design più sano Grazie al suo design decentralizzato, nessuna persona o organizzazione controllerà mai il fediverso (il nome della rete sociale di Mastodon).

SI disimparano i modelli di comunicazione che Twitter ti aveva insegnato. Su Twitter, si rimane scioccati dalla maleducazione e dall'ostilità. Mastodon fa abbassare la temperatura dei disaccordi e af ricordare che i conteggi non dimostrano chi ha ragione o torto.

Non è una coincidenza che una versione open-source e controllata dalla comunità favorisca una conversazione più sana. L'assenza di motivi di lucro consente una progettazione più ponderata. Mastodon non sarà mai pressione per aumentare il coinvolgimento degli utenti che giustifichino l'investimento degli sponsor.

Ripensate alle quattro funzioni mancanti citate: le metriche nelle timeline, le notifiche dei like alle vostre risposte, le citazioni dei tweet e la ricerca full-text senza il meccanismo di opt-in degli hashtag. Ognuna di queste funzioni aumenterebbe i numeri dell'engagement nel breve termine. Le interazioni ostili ci spingono a difenderci e a rispondere. Il conflitto è positivo dal punto di vista di una piattaforma incentrata sulla crescita, anche se ci lascia tutti vuoti ed esausti.

Passare ai Mastodon è un modo semplice e quotidiano per rendere il nostro mondo diverso.

La questione se i consumatori mainstream saliranno mai a bordo è però in sospeso. Tuttavia, le piattaforme di social media decentralizzate rappresentano un quadro promettente per affrontare molti mali della moderna comunicazione di massa.

Si può paragonare Mastodon e il Fediverso alla crescita del cibo biologico coltivato in modo sostenibile, trent'anni fa la gente diceva: 'Non so di cosa parli e non so perché dovrebbe interessarmi'. E ora la gente se ne interessa.

Chi Siamo

Mastodon Italia – siamo i gestori della più grande istanza mastodon italiana

Contattaci

Seguici

articolo ispirato da business insider e scott.mn

Un'esperienza Mastodon più fluida

Con il rilascio della nostra app per Android sul Play Store siamo ora presenti su entrambe le principali piattaforme mobili. Le app stanno ottenendo recensioni estremamente positive, alcuni arrivano addirittura ad affermare che il nostro onboarding è più fluido di quello di qualsiasi altra piattaforma di social media; la nostra app per iOS sta scalando le classifiche delle migliori app di social networking sull'App Store; e per la prima volta nella storia di Mastodon, gli amministratori dei server stanno vedendo un numero sempre maggiore di nuove iscrizioni dalle app mobili invece che dall'interfaccia web.

Speriamo che la tendenza continui ora che le persone possono facilmente trovare l'app e iscriversi semplicemente cercando Mastodon sul loro app store di scelta, e ora che #Mastodon può trarre vantaggio dalle caratteristiche di scoperta degli app store.

Abbiamo messo molta cura e risorse nello sviluppo di queste applicazioni, contrastando lo stigma che i progetti #opensource non danno priorità alla facilità d'uso e al design visivo, lavorando con designer UX di classe mondiale che hanno avuto precedenti esperienze di lavoro sui principali social network commerciali. Come risultato, abbiamo applicazioni che sono estremamente eleganti e visivamente piacevoli e non sembrano fuori posto sulle loro rispettive piattaforme.

Questa è un'opportunità per dare un'occhiata più da vicino ad alcune considerazioni sul design.

Onboarding

Iscrizione nell'app Android

Una delle sfide dell'adozione di Mastodon è il processo di onboarding, perché non è sufficiente catturare il nome utente e l'e-mail desiderati di una persona e lasciarle creare un account, che è ciò a cui le persone sono abituate dai principali siti web; invece, è necessario prima scegliere un server Mastodon dove creare l'account (paragonabile ad esempio alla scelta di un provider di posta elettronica). Le implicazioni della scelta del server sono principalmente in chi è l'entità responsabile del server, quali politiche di moderazione applicano, in quale lingua e giurisdizione operano, e quale nome di dominio farà parte del vostro username.

Abbiamo affrontato questo problema con un flusso di registrazione a più fasi che inizia con la scelta di un server, poi richiede di accettare le politiche di moderazione riassunte del server, e infine passa al più familiare modulo di nome utente, e-mail e password. Noi manteniamo il nostro elenco di server che le persone ci sottopongono dopo aver accettato alcune regole di base che garantiscono la sicurezza dei dati e degli utenti e la qualità del servizio; questi sono i server che mostriamo nel primo passo per impostazione predefinita. Ancora più considerazione è stata data al modo di visualizzarli.

I nostri studi sugli utenti hanno dimostrato che la fidelizzazione cala drasticamente se l'utente deve aspettare l'approvazione del moderatore prima di poter accedere (fanno eccezione gli utenti esperti di Mastodon che sono già investiti nella rete e sanno esattamente a cosa vanno incontro richiedendo un account da un server a invito); le persone perdono interesse e non effettuano mai il login anche dopo essere stati approvati. Perciò non mostriamo i server a invito nell'#app, concentrandoci invece su quelli che permettono alle persone di iniziare immediatamente.

Il fattore determinante nell'esperienza di un utente su un server è il numero di altri utenti attivi sul server. Tutte le funzioni di scoperta sono in definitiva alimentate dall'attività dell'utente, e il primo utente su un server dovrebbe fare un sacco di esplorazione fuori dal sito (attraverso il passaparola, navigando su altri server, o altri canali) per riempire il proprio home feed. Ma coltivando una rete sociale decentralizzata, non vogliamo che il potere si concentri solo su pochi server in continua crescita. Pertanto, piuttosto che mettere semplicemente i server più attivi in cima, il nostro algoritmo spinge i server di medie dimensioni più in alto.

Forniamo anche un campo di ricerca che permette di inserire direttamente il dominio del server.

L'ultimo passo nell'onboarding, dopo che l'utente ha confermato il suo indirizzo e-mail, gli vengono presentate le opzioni per seguire una selezione di account popolari sul server che postano prevalentemente nella lingua dell'utente, o per dirigersi verso la scheda di esplorazione per guardare cosa è di tendenza sul server.

Scoperta

Scheda Esplora nell'app per Android

Durante la progettazione delle app ufficiali abbiamo avuto l'opportunità di riconsiderare alcune caratteristiche di Mastodon. La timeline federata, conosciuta anche come timeline pubblica, firehose, o “tutta la rete conosciuta”, è una vista sul database in tempo reale dei post pubblici di un server Mastodon; e la timeline locale è la stessa, ma filtrata solo dai post provenienti dal tuo server Mastodon. Mentre alcune persone si sono affidate a questi strumenti, c'erano alcune ragioni per (almeno inizialmente) ometterli dalle applicazioni.

La #timeline federata ha un rapporto segnale/rumore troppo basso per essere efficace come strumento di scoperta. A causa del modo in cui Mastodon tira giù il contenuto per fornire profili più dettagliati e conversazioni, la timeline federata diventa ingestibile su server di tutte le dimensioni, anche quelli a singolo utente. Non sorprende che la maggior parte dei contenuti non sia effettivamente degna di essere guardata, e in alcuni casi, attivamente indesiderabile.

Questa visione in tempo reale di tutto ciò che viene pubblicato sul server è una piattaforma per ogni tipo di abuso che può essere fermato solo dopo che il danno è stato fatto. Normalmente, se qualcuno pubblica spam o nudità, non sarebbe visto da nessuno tranne che da se stesso. Le linee temporali locali e federate lo trasformano immediatamente in un problema che riguarda tutti. Questo mette a dura prova i moderatori.

Con #Apple e #Google che storicamente ritengono le app responsabili dei contenuti a cui gli utenti possono accedere attraverso l'app, anche quando l'app potrebbe essere ragionevolmente classificata come un browser, mostrare contenuti non filtrati è una bomba a orologeria per la presenza dell'app nei principali app store. Soprattutto considerando il nostro obiettivo di attrarre nuovi utenti, quegli utenti sono meno coinvolti su Mastodon come piattaforma e meno propensi a usare strumenti di segnalazione e blocco in-app invece di rinunciare all'app.

Invece, offriamo una nuova scheda di esplorazione che evidenzia, tra le altre cose, i post attualmente popolari. È un modo molto più efficiente per trovare contenuti interessanti e seguire gli utenti su Mastodon senza scorrere molti post di bassa qualità e lingue poco conosciute. Tutti i dati che Mastodon usa per calcolare le classifiche provengono localmente, quindi sono fortemente sbilanciati verso le cose che sono popolari sul tuo server, e tutto passa attraverso i moderatori del tuo server prima di apparire nella scheda Esplora, rendendolo molto meno soggetto ad abusi.

Abbiamo anche una visione di una nuova caratteristica che alla fine soppianterà le timeline locali: i gruppi. Immaginiamo un gruppo come un luogo con una timeline effettivamente separata in cui è possibile postare, senza che il post venga pubblicato anche al pubblico, al vostro profilo e alle home feed dei vostri follower. Questa timeline potrebbe essere resa visibile solo per i membri del gruppo. Potresti unirti ad essa dal tuo account su qualsiasi altro server, alleviando così le preoccupazioni di centralizzazione dell'infrastruttura e dando alle persone tutto ciò che hanno sempre desiderato dalle timeline locali. Siamo pronti a completare questa funzione quest'anno.

Andiamo avanti

Non abbiamo finito! Mentre abbiamo deciso di non includere la timeline locale nelle nostre app inizialmente, comprendendo che questa caratteristica è importante per molti server della comunità su Mastodon in assenza di gruppi ancora teorici e non ancora provati, la aggiungeremo alla scheda Esplora. E mentre le app supportano tutte le funzionalità di base di Mastodon, mancano ancora caratteristiche come le liste, i post appuntati, le notifiche dei nuovi post (“icona a campana!”), l'editing, la gestione dei filtri delle frasi e così via che verranno gradualmente aggiunti man mano che continueremo lo sviluppo. Più la già citata funzione dei gruppi in Mastodon stesso!

#iOS #Android #iPhone #iPad #Fediverso

articolo liberamente tradotto da qui

Mastodon android

Comunicato ufficiale liberamente tradotto da Mastodon Italia

Stiamo sviluppando un'app ufficiale per #Android che sarà gratuita e focalizzata sull'aiutare i nuovi utenti ad iniziare ad usare il fediverso.

Dopo il successo del lancio della nostra app ufficiale per iOS, a gennaio abbiamo iniziato lo sviluppo di una versione per Android. Continuiamo a lavorare con l'agenzia di design di New York Lickability e diamo il benvenuto a Gregory Klyushnikov, meglio conosciuto come grishka sul #fediverso, come capo sviluppatore Android. Gregory è uno sviluppatore di talento con una storia di lavoro su applicazioni social come VKontakte e Telegram.

Lo sviluppo continuo non è limitato ad Android. Il lavoro sull'app confluisce nel software principale di Mastodon mentre le API esistenti vengono adattate e nuove API vengono aggiunte per supportare nuove funzionalità, e l'UI della web app viene migliorata con le idee dei designer professionisti che lavorano sulle app iOS e Android.

Siamo entusiasti di portare un'app che prende sul serio l'usabilità, l'inserimento di nuovi utenti e il visual design su una delle più grandi piattaforme mobili.

Gli sforzi sono finanziati dai nostri generosi sponsor attraverso varie piattaforme di raccolta donazioni, e dal Ministero federale dell'istruzione e della ricerca attraverso il Fondo Prototipi (BMBF Förderkennzeichen: 01IS21S29). Grazie a tutti coloro che stanno già sostenendo Mastodon, e rimanete sintonizzati per gli aggiornamenti!

Puoi iscriverti alla mailing list del gruppo devol per essere avvisato quando l'app entra in una beta pubblica e quando viene lanciata:

*Mailing list devol*

articolo originale in inglese

mastodon 2021-2022 Il 2021 è stato un anno definito da deviazioni dalla routine consolidata. E non mi riferisco alla pandemia in corso, anche se anche quella. Per la prima volta da quando ho iniziato a lavorare su Mastodon dalla camera da letto nell'appartamento dei miei genitori nel 2016, durante il mio ultimo anno di università, abbiamo introdotto una chiara separazione tra me come persona fisica e Mastodon come entità legale e fiscale. Più persone hanno lavorato a Mastodon su base ufficiale quest'anno che in tutti gli anni precedenti messi insieme. Per la prima volta abbiamo investito una grossa fetta del nostro budget nel design e nella user experience invece che nel codice. E per la prima volta ci siamo concentrati così tanto su qualcosa che non era il backend di Mastodon – la nostra prima app ufficiale per iOS.

2021 recensione

  1. Incorporazione Dopo più di 5 anni di attività come ditta individuale, Mastodon ha finalmente incorporato come società tedesca a responsabilità limitata senza scopo di lucro (“gemeinnützige GmbH”). Oltre ai requisiti convenzionali di diritto societario identici alla formazione di una LLC a scopo di lucro, la qualificazione di una LLC senza scopo di lucro doveva essere firmata dall'autorità fiscale competente. Il 50% del capitale sociale (EUR 12.500) è stato versato al momento della costituzione da Eugen Rochko. Mastodon gGmbH è attualmente posseduta al 100% da Eugen Rochko. L'incorporazione di Mastodon ha molteplici benefici:
  2. Trasferimento dei beni di Mastodon: Mentre i beni di Mastodon (come il dominio joinmastodon.org o le istanze mastodon.social e mastodon.online) erano precedentemente di proprietà di Eugen Rochko, la proprietà è stata ora trasferita a Mastodon gGmbH.
  3. Possibilità di aggiungere altre persone e/o entità alla partnership: La nuova struttura legale permette future aggiunte alla partnership in modo pulito e trasparente. Mentre Mastodon, come progetto di software open-source, ha sempre contato sui contributi della comunità al suo codice base, l'incorporazione crea le basi per strutture di governance con più membri del consiglio di amministrazione che mescolano la direzione del futuro di Mastodon.
  4. Riduzione del rischio legale: Mastodon ha raggiunto una scala in termini di base di utenti ma anche di maturità in termini di prodotto che porta naturalmente a confronti legali di qualche tipo. Usando una gGmbH come entità legale (contro la ditta individuale) Mastodon può entrare più comodamente in rischi legali calcolati, mentre protegge il capitale privato a rischio dei suoi principali collaboratori.

2. Finanze

Dato che Mastodon gGmbH è stato incorporato solo nel giugno 2021, l'ambito dei dati finanziari è da giugno a dicembre 2021. 1. Introiti: Mastodon gGmbH ha guadagnato un totale di €55.3k attraverso Patreon e Stripe. A fine anno 2021 abbiamo una base di donatori di 600 mecenati su Patreon e 20 sottoscrizioni attraverso il nostro portale di sponsorizzazione personalizzato. 2. Spese: Le spese totali ammontano a €23.2k, con €18.4k di spese per il personale, €3.8 di server & hosting, e €1.0k di spese varie. Nel 2021, Mastodon come progetto è stato in grado di assicurarsi 8,9k euro dal Prototype Fund (PF), un fondo tedesco open source finanziato dal Ministero federale tedesco dell'istruzione e della ricerca e dalla Fondazione tedesca Open Knowledge. Il denaro è stato ricevuto da Eugen Rochko direttamente perché lo statuto della sovvenzione richiedeva un residente tedesco e una persona fisica come beneficiario. PF continuerà a finanziare Mastodon nel 2022. Inoltre, nel dicembre 2021 NLnet ha confermato di finanziare gli sforzi di R&S di Mastodon nel 2022 con una sovvenzione di 45k€ nel corso del programma NGI Zero finanziato dalla Commissione Europea.

3. Sviluppo del software

Seguendo l'impulso di due studi UX sul processo di onboarding di Mastodon condotti nel 2020, nel 2021 ci siamo concentrati molto sul miglioramento del nostro onboarding e della retention degli utenti. Il punto centrale di questo sforzo è stato lo sviluppo e il lancio della nostra app ufficiale per iOS. Il punto di partenza per molte persone nell'interazione con i servizi web non è più il desktop, ma gli smartphone e gli app store ufficiali, un reparto in cui Mastodon era, finora, carente. Mentre abbiamo coltivato un variegato ecosistema di app di terze parti, questo ecosistema serve principalmente agli utenti consolidati di Mastodon: quelli che, avendo già un account, vanno alla ricerca di app specifiche. La maggior parte non fornisce un'esperienza adeguata per un utente nuovo di zecca che sta imparando Mastodon attraverso l'app, peggio ancora, la maggior parte non ha mai implementato l'API di iscrizione permettendo agli utenti di iscriversi attraverso l'app in primo luogo. Ma anche quelli che lo hanno fatto stanno affrontando l'ultimo ostacolo: l'utente moderno è stato condizionato a cercare “l'unica” app. Per iscriversi a Twitter, si installa l'app di Twitter. Per unirsi a Facebook, si installa l'app di Facebook. Non avere un equivalente per Mastodon è stata una fonte di confusione.

Era chiaro che avevamo bisogno di un'app con il nostro nome, e che non essere in grado di garantire o influenzare nulla dell'esperienza di onboarding nelle app di terze parti era uno svantaggio. Abbiamo considerato l'acquisizione di una delle app esistenti, ma abbiamo deciso di non farlo. I nostri piani avrebbero cambiato un'app esistente in modo significativo, il che avrebbe interferito con la base utenti esistente di quell'app, cosa che volevamo evitare. Dato che avremmo comunque investito in un design UX professionale, era meglio iniziare con una lavagna bianca.

Abbiamo collaborato con Lickability, un'agenzia di UX design che ha lavorato su altre note app di social media come Meetup, Houseparty e Clubhouse, e Sujitech, un'agenzia di sviluppo di app che sviluppa Twidere, un'app di Twitter relativamente nota. Abbiamo dato la priorità alla realizzazione di un'app per iOS, con l'intenzione di seguirla in seguito con un'app per Android.

Iniziando lo sviluppo il 5 febbraio, la prima versione dell'app è stata pubblicata su App Store il 30 luglio. Un totale di 132,5 ore sono state impiegate per creare meticolosamente il design, e innumerevoli altre per implementarlo. Il lavoro sull'app è confluito anche nel lavoro sul lato server, con conseguenti miglioramenti all'API di iscrizione e nuove API per le tendenze e le funzioni di scoperta.

L'app è stata scaricata 43.3k volte e un totale di 9 aggiornamenti sono stati rilasciati nel 2021. Al momento della scrittura, l'app ha una valutazione media di 4.3/5 su 473 valutazioni in tutte le regioni. Il lavoro è stato ripagato: Su mastodon.social, l'app per iOS porta il 15% di nuovi utenti mensili, rispetto allo 0,08% della prossima app che supporta le iscrizioni, Fedilab.

Il ciclo di rilascio di Mastodon ha rallentato significativamente rispetto agli anni precedenti, con una major release e 4 minor release rispetto alle 3 major e 7 minor release del 2020, anche se non per una diminuzione dell'attività di sviluppo complessiva (che è solo diminuita un po' a causa della concentrazione sullo sviluppo di app e sulla ristrutturazione legale), ma piuttosto un minor numero di piccole caratteristiche che possono essere rilasciate rapidamente e più lavoro su cambiamenti a lungo termine e di vasta portata.

Abbiamo lavorato su molti miglioramenti dell'interfaccia di moderazione. Una nuova dashboard mostrerà più indicatori di prestazioni chiave (KPI) che aiuteranno gli amministratori e i moderatori a giudicare come sta procedendo il loro lavoro, e mostrerà avvisi per importanti controlli di sistema. Gli utenti sospesi non saranno più in grado di creare più account dallo stesso indirizzo e-mail utilizzando i tasti + (più) o . (punto). Un sistema di regole del server dedicato è stato aggiunto per sostituire gli infodump troppo complicati nella pagina about, che non solo si integra con il flusso di onboarding dell'app iOS, ma si integrerà anche con il sistema di report, permettendo una categorizzazione e una priorità più semplice nella coda dei report e una comunicazione più dettagliata con gli utenti segnalati.

Un'interfaccia di gestione delle segnalazioni ridisegnata renderà le opzioni di moderazione più facili da capire e più veloci da eseguire. Le sospensioni in batch aiuteranno a ripulire lo spam e gli account bot insieme alla ricerca per dominio e-mail o intervallo di indirizzi IP. E grazie alla versione 3.3.0 del 27 dicembre 2020, un account sospeso erroneamente può essere recuperato senza perdite. Rispecchiando la nostra app per iOS, abbiamo sostituito il nostro tutorial di primo avvio nell'interfaccia web che spiegava cose ovvie come cosa fosse una “risposta” con un sistema di raccomandazioni di seguito specifico per la lingua che aiuterebbe le persone a riempire il loro feed iniziale con qualcosa che le interessa invece di farle seguire automaticamente l'amministratore del server. In una vena simile, abbiamo lavorato per aggiungere più metodi di scoperta a Mastodon. Mirando a una pagina di esplorazione sfaccettata, abbiamo raffinato la funzionalità degli hashtag di tendenza e aggiunto API simili e strumenti di moderazione per le notizie di tendenza, migliorando allo stesso tempo la generazione di schede di anteprima per i link condivisi. Insoddisfatti delle limitazioni dell'approccio “Delete & Redraft” alla correzione degli errori, e sentendo le suppliche degli utenti dei nostri concorrenti per un pulsante “Edit”, abbiamo iniziato a lavorare per permettere la modifica dei post in loco, cosa che ha richiesto un'attenta rifattorizzazione dei percorsi “più caldi” nel codice che, fino ad allora, si basava sul fatto che i post fossero in qualche modo immutabili. La modifica sul posto non è da prendere alla leggera, e quindi bisogna prestare molta attenzione nell'assicurarsi che la modifica sia visualizzata ovviamente, che le versioni precedenti rimangano disponibili per il confronto, e che le persone che ri-condividono il contenuto siano avvisate di conseguenza.

4. Legale

Mastodon ha contato molto sul continuo supporto degli studi legali Dentons e Frankfurt Kurnit Klein & Selz (FKKS). Dentons, uno dei 10 più grandi studi legali del mondo, ci ha consigliato su questioni come il diritto societario (c.f. 1 Incorporazione), diritto del lavoro, diritto della privacy, e diritto delle telecomunicazioni, per garantire la corretta impostazione legale su tutti gli aspetti rilevanti per Mastodon. FKKS, una firma legale con sede a Los Angeles, ci ha consigliato sulla legge del copyright e in particolare su argomenti legati a controversie come i due casi seguenti. – Gab. Il confronto con Gab iniziato nel 2019 si è concluso nel 2021. Nell'ottobre 2021, dopo che Gab non ha pubblicato il suo codice sorgente aggiornato, è stata inviata una lettera di cessazione e diffida al team legale di Gab. Lo stesso giorno il codice sorgente di Gab è stato aggiornato ed è ora conforme alla licenza AGPLv3. – Truth Social. Nell'ottobre 2021 una prima build del social network di Donald Trump, Truth Social, è andata online usando il codice sorgente di Mastodon, anche se non lo riconosceva. Mastodon ha immediatamente contattato Truth Social comunicando un periodo di tempo di 30 giorni per conformarsi. Entro questo periodo Truth Social ha aggiunto una pagina al suo sito web, ora conforme alla licenza.

Squadra

  • Eugen Rochko, CEO/Sviluppo, EUR 2.400 al mese
  • Claire, Sviluppo,EUR 50 all'ora
  • Felix Hlatky, Finanze, EUR 25 all'ora
  • Lickability LLC, UX design iOS/Android, USD 175 all'ora
  • Sujitech LLC, Sviluppo iOS, pro-bono
  • Gregory Klyushnikov, Sviluppo Android, USD 50 all'ora
  • Dopatwo, FInanze, Pro-bono

Obiettivi del 2022

  • Finanziamento di NLnet: È fondamentale per Mastodon completare tutto lo sforzo di R&S specificato nel corso del programma di sovvenzione di NLnet. La sovvenzione finanzierà gli sviluppatori di Mastodon e i designer UI con un totale di 45k euro. La sovvenzione finanzierà lo sviluppo di:
  • Gruppi: Una funzione che permetterebbe alle persone di unirsi e postare in feed separati, moderati, privati o pubblici attraverso il fediverse, e creare i propri.
  • Filtri: Modifiche al modo in cui i filtri sono applicati ai post nell'API, la capacità di nascondere i singoli post, e di nominare e raggruppare i filtri per azioni comuni
  • Ruoli utente flessibili: Definizione di ruoli con set di permessi personalizzati invece di usare i tre ruoli predefiniti “utente”, “moderatore” e “amministratore”.
  • Programma bug-bounty: Nel 2021 siamo stati selezionati per ricevere una sovvenzione bug-bounty di 50.000 euro dalla Commissione europea, depositata attraverso la piattaforma di ricerca sulla sicurezza Intigriti.
  • Android: Stiamo iniziando a lavorare sulla nostra app ufficiale per Android, rispecchiando il nostro approccio per iOS. Lickability continuerà a lavorare sul suo design, mentre lo sviluppo sarà gestito da Gregory Klyushnikov, che ha lavorato su VKontakte e Telegram ed è noto nel fediverse per aver sviluppato Smithereen.
  • iOS: Il lavoro sulla nostra app ufficiale per iOS continua, con le prossime pietre miliari che sono il supporto di prima classe per iPad e una nuova schermata di scoperta che evidenzierà gli hashtag di tendenza, le storie di notizie, i post popolari e altro ancora.
  • Messaggi crittografati end-to-end: Presentato per la prima volta nel 2020, rimane ancora il nostro obiettivo di soppiantare l'imbarazzante visibilità “Solo le persone che menziono” per i normali post con una funzionalità strutturata come una vera comunicazione di messaggistica istantanea, implementata in modo da non rivelare i segreti delle persone agli amministratori del server a meno che uno dei partecipanti non faccia una segnalazione. Mentre i necessari “pipes” lato server sono stati effettivamente completati nel 2020, l'ostacolo fino ad oggigiorno rimane la sfida del design del protocollo lato client che nessuno degli sviluppatori di terze parti ha mostrato interesse ad affrontare. Ora che stiamo lavorando alle nostre applicazioni mobili, saremo in grado di fare questo da soli.

traduzione di Mastodon Italia Testo originale

“Perché non c'è un'app 'Mastodon'?”

Mastodon è un social media network decentralizzato con oltre 4,4 milioni di utenti costruito sul protocollo ActivityPub. La sua interfaccia utente e il metodo di interazione sono simili a quelli di Twitter. La sua differenza da Twitter sta nel fatto che la rete è gestita da una serie di diversi operatori indipendenti che utilizzano una metodologia federata per scambiare dati al fine di creare un social media decentralizzato. Mentre ci sono diversi dispositivi di terze parti, finora non ci sono state applicazioni ufficiali di Mastodon, che hanno ostacolato il miglioramento dell'esperienza utente.

mastodon app per iPhone

Uno dei modi in cui Mastodon si distingue dall'attuale Twitter è il suo approccio API-first (ogni funzione disponibile attraverso l'interfaccia web è disponibile attraverso l'API, infatti, il client web è solo un client API che gira nel browser). Un ecosistema di app di terze parti ha contribuito in gran parte al successo di Twitter all'inizio, con molte caratteristiche innovative come i retweet provenienti originariamente da applicazioni non ufficiali, e sta servendo un ruolo strumentale simile per Mastodon. È fantastico che gli utenti di Mastodon possano scegliere tra una varietà di app con approcci diversi all'esperienza utente.

Tuttavia, c'è un vuoto in questo ecosistema, illustrato meglio dalla quantità e dalla frequenza con cui i nuovi utenti ci chiedono dove trovare l'app “Mastodon” per iPhone o Android, perché non c'è un'app “Mastodon”, e ci chiedono quando rilasceremo un'app “Mastodon”. Indipendentemente dai nostri sforzi di promuovere app di terze parti per android e per ios, ma la mancanza di un'app che porti il nostro nome negli app store è un grande ostacolo per i nuovi arrivati.

Questo inoltre ostacola le nostre possibilità di convertire le persone che navigano negli app store per alcune ragioni: Abbiamo meno probabilità di entrare nelle classifiche di tendenza anche quando Mastodon è sotto i riflettori, poiché le persone non riescono a trovare un'app nativa o si dividono tra più di una; la maggior parte, se non tutte le app mastodon di terze parti non danno la priorità all'onboarding del primo utente, con molte che non offrono funzionalità di iscrizione; e mentre è giusto che alcune delle app siano a pagamento e non gratuite, qualcuno che cerca di provare un nuovo social network non ha intenzione di rischiare con la sua carta di credito.

Tutto questo per dire che abbiamo bisogno di un'app ufficiale di Mastodon che sia gratuita da scaricare e che sia specializzata nell'aiutare i nuovi utenti ad iniziare con la piattaforma. L'obiettivo finale è anche quello di raggiungere la parità di funzionalità con l'interfaccia web e promuovere nuove funzionalità API. Più nuovi utenti riusciamo a convertire con successo a Mastodon, più grande sarà il bacino di potenziali utenti per tutte le app di terze parti, e se gli sviluppatori di app sono motivati a implementare le caratteristiche mancanti in precedenza per rimanere competitivi, tanto meglio.

Ci concentreremo prima sullo sviluppo di un'app ufficiale, open-source per iPhone e iPad. E' stata compilata una roadmap di caratteristiche che un'app Mastodon dovrebbe avere, con la prima pietra miliare che è un prodotto minimo vitale che potremmo far uscire sull'App Store entro l'estate. Stiamo collaborando con gli UX designer dell'agenzia di NYC Lickability, il cui curriculum include app iOS per Meetup e il New Yorker e con gli ingegneri di Sujitech, che hanno una lunga storia con il fediverso.

Sujitech, LLC è un'azienda tecnologica che ha un forte credo nell'ecosistema open-source. Si sforza di diventare il ponte verso un mondo Web 3.0 decentralizzato per i miliardi di utenti sui social media. Il team è responsabile del mantenimento del più grande client Twitter/mastodon di terze parti, Twidere che è stato scaricato oltre 500.000 volte. Sujitech ha un rapporto molto stretto con mastodon. Ha anche assunto la manutenzione di due istanze giapponesi, Mstdn.jp, e Mastodon.cloud nel giugno 2020. Queste due istanze sono la terza e la quinta istanza più grande su Mastodon, e hanno in totale più di 300.000 utenti. Sostengono anche lo sviluppo del Fediverso.

Le discussioni sui social media decentralizzati sono cresciute costantemente su internet negli ultimi due anni. Sempre più persone stanno iniziando a mettere gli occhi sui social media decentralizzati. Anche Jack Dorsey, il fondatore di Twitter, ha apertamente appoggiato la decentralizzazione dei social media. Nel 2019, Jack Dorsey ha annunciato che Twitter ha finanziato lo sviluppo di un protocollo di social media decentralizzato chiamato Bluesky. La missione di Bluesky è quella di aiutare i social media a scoprire uno standard open-source e decentralizzato che sia in grado di decentralizzare l'enorme potere attualmente detenuto da piattaforme di social media centralizzate.

Prima dell'annuncio del piano Bluesky, ci sono già stati diversi progetti che stanno cercando di costruire piattaforme di social media decentralizzate. Il più grande di essi è ActivityPub. Questo protocollo è diventato un'importante infrastruttura per le alternative alle piattaforme di social media tradizionali. Attualmente, Mastodon è la piattaforma più popolare su ActivityPub.

Il lavoro inizia il 9 febbraio 2021.

Per aiutare a compensare i costi di questa impresa, è possibile donare attraverso liberapay per sostenere l'istanza italiana mastodon.uno e che gira il 25% delle donazioni agli sviluppatori. Grazie a tutti coloro che stanno già sponsorizzando Mastodon.uno, e rimanete sintonizzati per gli aggiornamenti!

parte dell'articolo è stato tradotto dal blog ufficiale di mastodon: https://blog.joinmastodon.org/2021/02/developing-an-official-ios-app-for-mastodon/

Elenco delle novità sull'ultima versione installata su mastodon.uno

La nuova release di #Mastodon vi offre un lettore audio migliore e un supporto migliorato per diversi formati #audio e #video, oltre ad alcuni meccanismi di sicurezza aggiuntivi. La parte centrale di questa versione è diventato la funzionalità audio. Ispirato dall'annuncio di #Twitter di Voice Tweets, ci siamo concentrati sulla rifinitura delle caratteristiche audio di Mastodon e sulla revisione del design del suo lettore audio. Mastodon supporta l'upload audio dal giugno 2019, ma la funzione era, col senno di poi, poco brillante.

lettore Audio

Il lettore audio è stato completamente rielaborato per avere un design più accattivante. Estrarrà automaticamente la copertina dell'album dal file audio caricato, oppure permetterà di caricare una miniatura di propria scelta da visualizzare al centro. I colori dominanti della copertina o della miniatura saranno poi utilizzati per dare al lettore un aspetto unico.

Mentre in precedenza le miniature dei video venivano prese automaticamente dal primo fotogramma del video, ora si ha anche la possibilità di caricare una miniatura personalizzata che verrà visualizzata prima che il video inizi la riproduzione. Basta cliccare su “Modifica” su un file multimediale appena caricato e poi scegliere una nuova miniatura!

L'audio di mastodon appare su Twitter

Il player audio di Mastodon su Twitter

Quando si condividono link a video o audio di Mastodon su altre piattaforme, ad esempio Twitter, i tuoi amici potranno aprire il lettore video o audio di Mastodon proprio su quella piattaforma (supponendo che la piattaforma supporti il #tag twitter:player).

Sono stati inoltre perfezionati vari aspetti di come i post con allegati audio appaiono sulle anteprime di #OpenGraph (ad esempio quando sono collegati da #Discord o Twitter). Per esempio, se si collega a un post audio di Mastodon su Twitter, si può cliccare sull'anteprima che mostra e che caricherà il lettore audio di Mastodon proprio lì – lo stesso vale per i video, come ci si aspetterebbe da YouTube o dai link di Twitch Clip.

Sicurezza

Per proteggere meglio i tuoi account quando non ci sei, c'è un nuovo meccanismo di #sicurezza a guardia dei nuovi tentativi di #login. Quando non si dispone di una configurazione di #autenticazione a #duefattori (2FA), si è stati assenti per almeno due settimane, e qualcuno cerca di accedere al tuo account da un indirizzo IP non visto in precedenza, gli verrà richiesto di inserire un #token inviato al tuo indirizzo e-mail.

Si tratta di una funzione che serve più a proteggere chi dimentica di impostare l'autenticazione a due fattori, quindi se state leggendo questo, ricordate che è buona pratica usare l'autenticazione a due fattori (quella di Mastodon non richiede un numero di telefono o un'applicazione Mastodon, qualsiasi applicazione #TOTP funziona), e di usare un gestore di #password per generare password casuali e uniche per ogni account che avete!

Aggiunta di una nota personale

aggiungere una nota personale

Avete mai #bloccato o messo a tacere qualcuno, ma vi siete mai dimenticati il perché? O avete mai seguito qualcuno ma poi vi siete dimenticati chi è? Ora potete aggiungere #note personali ad altri conti per tenere traccia di chi è chi. Visibile solo a te!

E' stato anche aggiunto quella che si ritiene essere un'importante misura di #sicurezza. Nel corso del tempo è stato osservato che molte persone che si sono iscritte per prenotare il loro nome utente e poi si sono dimenticate dei loro account si sono fatte rubare gli account dagli #spammer (che inserivano un link #spam nella biografia e procedevano in modo casuale seguendo gli altri utenti per apparire nelle loro notifiche). Ciascuno degli #account rubati si trovava su haveibeenpwned.com e non aveva l'autenticazione a due fattori abilitata, cioè riutilizzavano la loro #password su più siti web e alcuni di questi #sitiweb erano stati precedentemente violati e le loro password trapelate.

Per fermare tutto questo, è stato aggiunto un #token challenge basato su #email per le persone che non hanno l'autenticazione a due fattori abilitata, che non sono attive da oltre due settimane e che stanno cercando di accedere da un indirizzo #IP non visto in precedenza. Secondo le osservazioni, sembra che questo abbia eliminato completamente il problema. Ci sono altre correzioni e miglioramenti tecnici, date un'occhiata al changelog se volete vedere tutto.

La #crittografia end-to-end non fa parte di questa release. Sono state implementate le #API lato server e la #federazione, tecnicamente è nella 3.2.0 ma le API sono state disabilitate di proposito. Uno degli inconvenienti di #E2EE è che il server non può più semplificare o convalidare il formato dei dati di quei messaggi. Significa anche che se non c'è un consenso o una guida sul formato dei dati, nessuna app sarà compatibile con un'altra. Ora si sta ora lavorando su un'implementazione del client E2EE nell'interfaccia web di Mastodon.

Lavoreremo anche per migliorare i contenuti della guida italiana su mastodon.it nelle prossime settimane.

Una breve panoramica di alcune delle nostre ultime novità

mastodon italia 3.0

E' finalmente arrivato! Mastodon 3.0 è live! Il team ha lavorato duramente per fare in modo che questa versione sia una delle nostre più facili da usare ma con alcune nuove ed entusiasmanti funzionalità! Qui ce ne sono solo alcune:

Spostare gli account

Come richiesto ecco il sistema di migrazione degli account completamente rinnovato! Più facile che mai, e con la 3.0 arriva la possibilità di portare i tuoi seguaci con te come per magia! Punta il vecchio account a quello nuovo, e quello nuovo a quello vecchio, usando la nuova interfaccia, e i tuoi follower saranno trasferiti!

Spostare i seguaci su un altro account

Inoltre, il tuo vecchio account non apparirà più nelle ricerche e avrà funzionalità limitate (che, naturalmente, possono essere annullate riattivandolo). Questo processo è snello e semplice e ci auguriamo che renda ancora più facile che in passato il passaggio da un server all'altro!

Una ricerca più potente

La ricerca è ora più flessibile e più potente di prima. Ora è possibile effettuare la ricerca con una parola e avere l'elenco dei toot in cui la parola è presente fra quelli in cui l'utente ha interagito o ha scritto o in cui è stato citato. Ora si può utilizzare il “phrase matching” escludendo le parole da una ricerca inserendo un segno meno prima di un termine. Per esempio: se volevi cercare Cani ma non volevi includere i gatti, cerchi cani -gatti.

Gli hashtag più veloci

La 3.0 fornisce il supporto per i suggerimenti automatici per gli hashtag e mostra quante volte ogni tag è stato usato la settimana scorsa! Questo rende più facile vedere di cosa parla il fediverse e di quali tag sono più popolari durante la settimana!

Suggerimenti automatici di Hashtag

Ancora meglio, è possibile vedere hashtag di tendenza ora, rendendo facile seguire insieme gli eventi attuali e il mondo del fediverse. Le tendenze di Hashtag non sono cieche, ma vengono esaminate dal tuo amministratore per assicurarsi che non vengano truccate come vettori di abusi.

hashtag di tendenza

La linea temporale ha un nuovo sound

Pensavamo che il vecchio media player fosse piuttosto deludente, quindi abbiamo fatto qualcosa al riguardo! Vi presentiamo il nuovo e migliorato lettore audio per l'interfaccia utente web! Condividere l'audio su Mastodon è ora molto più facile da usare, con un'esperienza notevolmente migliorata rispetto al vecchio lettore.

Tutti i nuovi lettori audio per l'interfaccia utente web

Modifiche all'interfaccia utente

La modalità a colonna singola ora supporta lo scorrimento da qualsiasi punto della pagina! Questo rende la visualizzazione della timeline più facile che mai e rende mastodon ancora più amichevole da usare su computer portatili e touchscreen.

Modalità lenta! Entra nel pannello delle preferenze e attiva/disattiva questa modalità per disabilitare il livestreaming nella timeline. Vedrai quindi un link manuale per aggiornare il feed, con un contatore che ti fa sapere quanti nuovi toot ci sono per te da recuperare. Avere molti follower non significa che non sarai più in grado di tenere il passo: rimani nel loop con la modalità lenta!

Keybase su Mastodon

Oggi annunciamo che Keybase ha un nuovo protocollo aperto al network Mastodon e lo abbiamo avviato con Mastodon.Uno!

In precedenza, Keybase aveva sostenuto solo i mega-social: Twitter, Facebook, Reddit, Github e HackerNews. Questo nuovo cambio di protocollo non è solo per Mastodon; Keybase a breve farà in modo che ogni comunità possa criptograficamente collegare i propri profili a Keybase.

Tutti, da un piccolo forum phpBB a un grande sito come Etsy, GitLab, o StackOverflow sranno i benvenuti per questa facile integrazione.

In primo luogo, cos'è Mastodon? Mastodon è un social network di microblogging. E' come Twitter, tranne che chiunque può amministrare una “istanza”, su un dominio di sua scelta, lasciando entrare qualsiasi membro voglia.

Se siete su un'istanza chiamata mangiatori.cereali e io sono su un'istanza chiamata produttorilatte.org, possiamo seguirci a vicenda e vedere i “toots” degli altri attraverso la rete. Le regole di censura sono a discrezione delle istanze quindi prima di iscriversi è meglio leggerle bene. Questa è una federazione o fediverse.

E 'abbastanza semplice, e onora lo spirito originale di Internet.

Che cos'è Keybase? Keybase è un'applicazione sicura (usa la crittografia) per gruppi, comunità, famiglie e amici. Al suo centro c'è l'identità. Keybase è un catalogo di identità e chiavi collegate. Per esempio, ecco la mia amica tammy :

ProfiloKeybase

La conosco come @tammycamp su Twitter, e Keybase mi insegna che è anche u/hodl_strong su Reddit. Inoltre, Keybase mi permette di avere una chat criptata con lei, o di aggiungerla a un gruppo che sto costruendo. Posso quindi sentirmi sicuro di parlare con la persona giusta.

Per la verifica l'applicazione Keybase controlla che abbia postato un tweet firmato su Twitter, ad esempio, l'utente di Keybase haraldbluetooth vuole dimostrare di essere @toothyharald su Twitter.

Dopo aver digitato il suo username su Twitter nell'app Keybase, Harald passa attraverso queste schermate:

Twitter su Keybase

Anche Mastodon fa tutto questo processo di identificazione ma in maniera molto più semplice, ecco come si procede per Mastodon. Quando haraldbluetooth afferma in Keybase che è miopeeth su mastodon.social, arriva su una pagina mastodon.social:

Mastodon su Keybase

Inoltre, la sua pagina del profilo su mastodon.uno mostrerà questa riga speciale:

Mastodon su Keybase

Qundi, a differenza di un Tweet o Toot che potrebbero portare confusione, appare la verifica direttamente sulla sua pagina utente Mastodon.

RISULTATO FINALE: se conosci Harald su Mastodon, puoi seguirlo anche su tutti gli altri social in cui è verificato con Keybase! Oppure, se lo conosci su Keybase o altrove, Keybase ti indica la sua identità su Mastodon. Tutto criptograficamente verificabile.