negazione

scrittura, poesia, arte

🇮🇹 PUBBLICATA INTEGRALMENTE LA NUOVA LETTERA DEL MONS. VIGANO' AL PRESIDENTE DONALD J. TRUMP 🇺🇸

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI D'AMERICA DONALD J. TRUMP

Domenica, 25 ottobre 2020 La solennitĂ  di Cristo Re

“Signor Presidente, in queste ore il Destino del Mondo Intero è minacciato da una Cospirazione Globale contro Dio e l’Umanità. Le scrivo come Arcivescovo, come un Successore degli Apostoli, come ex Nunzio Apostolica negli Stati Uniti di America. Le scrivo nel mezzo di un silenzio di entrambe le autorità civili e religiose. Possa accettare queste mie parole come “la voce di uno che grida nel deserto” (Gn 1:23)

Come le ho giĂ  scritto nella mia lettera a Giugno, questo momento storico vede le forze del Male unite nella battaglia senza quartiere contro le forze del Bene. Forze del Male che appaiono potenti e organizzate in opposizione ai figli della Luce, che sono disorientati e disorganizzati, abbandonati dai loro leaders temporali e spirituali.

Ogni giorno percepiamo gli attacchi multipli di coloro che vogliono distruggere le basi della società: la famiglia naturale, il rispetto della vita umana, l’amore per il Paese, la libertà di educazione e del lavoro. Vediamo i capi delle Nazioni e i leader religiosi assecondare questo suicidio della Cultura Occidentale e la sua Anima Cristiana, mentre i diritti fondamentali dei cittadini e dei credenti sono negati nel nome dell’emergenza sanitaria che si sta rivelando sempre più strumentale per l’instaurazione di un’inumana tirannia senza volto.

Un piano globale chiamato il Grande Reset è in corso. Ne è artefice una elitè globale che vuole sottomettere l’umanità intera, imponendo misure coercitive con le quali limitare drasticamente le libertà individuali e quelle dell’intera popolazione. In molte nazioni questo piano è già stato approvato e finanziato; in altri è ancora nella fase iniziale. Dietro i Leaders mondiali che sono complici ed esecutori di questo progetto infernale, si celano persone senza scrupoli che finanziano il World Economic Forum e l’Evento 201, promuovendo la loro agenda.

Lo scopo del Grande Reset è l’imposizione di una dittatura sanitaria al fine di imporre misure liberticide, nascoste dietro promesse allettanti di assicurare un reddito universale con la cancellazione del debito individuale. Il prezzo di questa concessione da parte del Fondo Monetario Internazionale (FMI) sarà la rinuncia della proprietà privata e l’adesione al programma di vaccinazione contro il Covid 19 e il Covid 21 promossa da Bill Gates con la collaborazione dei gruppi farmaceutici. Oltre agli enormi interessi che motivano i promotori del Grande Reset, l’imposizione della vaccinazione sarà accompagnata da un requisito di un “passaporto della salute” e una identità digitale, con il conseguente tracciamento della popolazione del mondo intero. Quelli che non accetteranno queste misure saranno confinati in campi di detenzione o agli arresti domiciliari e tutte le loro risorse saranno confiscate.

Signor Presidente, immagino che lei sia già consapevole che in certi Paesi il Grande Reset sarà attivato tra la fine di questo anno e il primo trimestre del 2021. Per questo motivo, ulteriori lockdown sono pianificati e saranno giustificati da una seconda e una terza ondata pandemica. Lei è ben consapevole dei mezzi che sono stati impiegati per seminare il panico e legittimare le limitazioni draconiane e le libertà individuali, creando ad arte una crisi economica mondiale. Nelle intenzioni degli architetti questa crisi servirà per spingere le Nazioni a ricorrere ad un irreversibile Grande Reset, dando il colpo di grazia ad un Mondo la cui esistenza loro vogliono completamente cancellare. Ma questo Mondo, Signor Presidente include persone, affetti, istituzioni, fede, cultura, tradizioni e ideali: persone e valori che non agiscono come automi, che non obbediscono come macchine, perché hanno un’anima e un cuore, perché sono unite insieme da un legame spirituale che trae la sua forza dall’alto, da quel Dio che i nostri avversari vogliono sfidare, proprio come Lucifero fece all’inizio dei tempi con il suo “non serviam”.

Molte persone, come ben sappiamo, sono annoiate da questi riferimenti circa lo scontro tra il bene e il male e l’uso di “apocalittiche” sfumature, che secondo loro esasperano gli spiriti e creano divisioni. Non sorprende che il nemico è infuriato nell’essere scoperto, proprio quando crede che ha raggiunto la cittadella che desidera conquistare indisturbato. Ciò che sorprende comunque, è che non ci sia nessuno che suoni l’allarme. La reazione del Deep State verso quelli che denunciano questo piano è rotta e incoerente, ma comprensibile. Proprio quando la complicità dei Mainstream Media è riuscita a creare la transizione verso il Nuovo Ordine Mondiale in modo inosservato e quasi senza dolore, ogni sorta di tradimenti, scandali e crimini stanno uscendo alla luce.

Fino a pochi mesi fa, era facile diffamare chi denunciava questi terribili piani come “teorici del complotto”, ma ora li stiamo vedendo realizzare nei minimi dettagli. Nessuno, fino allo scorso febbraio, avrebbe mai pensato che in tutte le città, cittadini sarebbero stati arrestati, semplicemente per camminare per strada, per respirare, per voler tenere le loto attività aperte, per voler andare in Chiesa la Domenica. Questo adesso sta accadendo in tutto il Mondo, anche in Italia che molti americani considerano essere un piccolo incantevole Paese, con i suoi monumenti, le sue chiese, le sue incantevoli città e borghi. E mentre i politici sono barricati dentro i loro palazzi promuovendo decreti come satrapi Persiani, le attività falliscono, i negozi chiudono, e alla gente è impedito di vivere, viaggiare, lavorare e pregare. Le disastrose conseguenze psicologiche di questa operazione sono ormai note, a cominciare con i suicidi di disperati imprenditori e dei nostri figli, distanziati dagli amici e compagni di classe, a cui viene detto di seguire le lezioni davanti ad un computer.

Nelle sacre scritture, San Paolo ci parla di “colui che si oppone” alla manifestazione del “mistero dell’iniquità” , “il Kathekon”. Nella sfera religiosa, l’ostacolo al male è la Chiesa, e in particolare il papato; nella sfera politica è colui che impedisce l’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale.

Come è chiaro adesso, colui che occupa la Sedia di Pietro ha tradito il suo ruolo fin dall’inizio per difendere e promuovere l’ideologia globalista, supportando l’agenda del Deep Church, che lo ha scelto tra i suoi ranghi.

Signor Presidente, Lei ha chiaramente affermato che vuole difendere la nazione – One Nation Under God, le libertà fondamentali e i valori non negoziabili che sono negati e combattuti ancora oggi. E’ lei, caro Presidente “colui che si oppone” al deep state, l’assalto finale dei figli delle tenebre.

Per questo motivo, è necessario che tutte le persone di buona volontà siano persuase dell’importanza epocale dell’imminente elezione: non solo per la bontà del programma politico, ma per quello che Lei incarna in questo storico contesto, in cui si vorrebbe cancellare il nostro mondo a colpi di lockdown. Il suo avversario è anche il nostro avversario: è il nemico della razza umana, colui che è “un assassino fin dal principio” (Jn 8:44)

Attorno a lei si riuniscono con fede e coraggio, quelli che la considerano la cura finale contro la dittatura mondiale.

L’alternativa è votare per una persona che è manipolata dal Deep State, gravemente compromessa da scandali e corruzione, che farà agli USA ciò che

Josè Mario Bergoglio sta facendo alla Chiesa, il Primo Ministro Conte sta facendo all’Italia, il Presidente Macron alla Francia, il Primo Ministro Sanchez alla Spagna e cosi via.

La natura oscura di Joe Biden, proprio come quella dei prelati del “circolo magico” del Vaticano, lo esporrà per essere usato senza scrupoli dandogli un mandato illegittimo di interferire nella politica interna e negli equilibri internazionali. E’ ovvio che quelli che lo manipolano già hanno qualcuno peggio di lui già pronto con cui lo rimpiazzeranno appena sorga l’opportunità.

E ancora nel mezzo di questo scenario desolante, questa apparente inarrestabile avanzata di un nemico invisibile, un’ elemento di speranza emerge. L’avversario non sa amare, e non capisce che non basta assicurare un reddito universale o la cancellazione dei debiti per soggiogare le masse e convincerle a essere marchiate come bestiame. Queste persone che per troppo tempo hanno perpetrato abusi di odio e potere tirannico, stanno riscoprendo che esiste un’anima e stanno capendo che non si può scambiare la libertà per una omologazione e cancellazione dell’identità; cominciano a capire il valore della famiglia e della società, del legame della fede e della cultura che unisce le persone oneste. Il Grande Reset è destinato a fallire perché chi lo ha pianificato non comprende che ci sono ancora persone pronte a scendere in strada per difendere i propri diritti, per proteggere i loro cari e per dare un futuro ai propri figli e nipoti. Il livellamento inumano del progetto globalista crollerà miseramente di fronte alla forza e il coraggio dell’opposizione dei figli della Luce. Il Nemico ha Satana al suo fianco, colui che solo sa come odiare. Ma dalla nostra parte abbiamo l’Onnipotente Signore, il Dio degli eserciti schierati per la battaglia e la Santa Vergine che schiaccerà la testa dell’antico Serpente.

“Se Dio è con noi, chi può essere contro di noi?” ( Rom 8:31).

Signor Presidente, lei è ben consapevole che in queste ore cruciali, gli USA sono considerati il muro difensivo contro la guerra dichiarata dagli avvocati del globalismo che l’hanno scatenata. Ponga la sua fede nel Signore e si rafforzi delle parole dell’Apostolo Paolo:

“Io posso fare ogni cosa nel suo nome che mi rafforza” ( Phil 4:13).

Essere uno Strumento della Divina Provvidenza è un grande Responsabilità per la quale Lei ha certamente ricevuto tutte le grazie di cui ha bisogno, e che le sono state inviate da tutte le persone che la sostengono e che pregano per lei.

Con questa Speranza Celeste e l’assicurazione delle mie preghiere per lei, per la First Lady e i suoi collaboratori, con tutto il mio cuore le mando le mie benedizioni.

Dio benedica gli Stati Uniti d'America”

Carlo Maria Viganò

io sono Luca seguimi per commenti e discussioni su @negazione@noblogo.org

il potere influisce sulla concrezione dei pensieri e dell'etica alla stessa maniera di come l'attrazione gravitazionale influisce sul tutto, sui colori, sui pesi delle cose, sui venti, sul volo delle libellule...

...e sul pensiero.

se tutto è soggetto a gravitazione universale, allora anche il pensiero lo è, no ?

e io me ne fotto di Einstein !

piuttosto che rispondere al legame tra pensiero e realtĂ  (o meglio la deviazione del pensiero soggetto ad attrazione gravitazionale),

Einstein mi deve dire quanti sono gli universi se sono uno, due o uno e mezzo Oppure nessuno, aggiungerebbe il frikkettone di turno

ma è la domanda che fa la risposta !

una domanda che nessuno è riuscita a fargli. si perdono tutti in un relativismo da bar che non ha niente akefare con la bellezza della sua teoria fisica che, lo ammetto, ha una luminosità a dir poco estatica quanto un pezzo al clavicembalo di Bach.

estatica sì... ma rappresentativa, esattamente come la matematica e il logos di ogni filosofia.

è possibile pensare dio proprio perke nessuna scienza riesce a dimostrarmi il contrario. esattamente come, non avendo Einstein misurato i confini dell universo, egli non ha ragione di postare le sue teorie come scienza.

se poi mi volete dire che egli raffina la dotazione aristotelica classica, e prevede quantitativamente molto la fisica-matematica delle sue teorie, beh... ok, son d'accordo...

approssimativamente diciamo

MA anche a questa approssimazione ci sta un motivo molto preciso che non è il vostro, e che voi proprio non sapete, cioè non ne avete alcuna idea. come non avete nessuna idea degli Analitici Primi di Aristotele

ke cazzo parlate !?

voi di quello che ho appena detto non avete capito una mazza 1

infatti rimane ancora in forse se ad una realtĂ  fisica corrisponda una ed una sola ben precisa teoria.

datevi da fare, andate a zappare, andate a misurare l'universo prima di parlare.

fin quando non misurate l'universo, la vostra teoria ha il rango di una superstizione conveniente soltanto ai cazzi vostri. è tipo na creduloneria da pappagallo... il pappagallo di chiacchere e distintivo... chiacchere e distintivo etico in livrea colorata

chiacchere e distintivo ahahaa

e dunque rimango libero io non perché eticamente sarei uomo o perché sarei simile a voi, o per qualche altro motivo che il sistema vi ha iniettato nel cervello malato che vi penzola sul collo; rimango libero non certo grazie alla vostra fottutissima etica marcia...

no....

io sono libero perché me ne fotto dei vostri credi, delle vostre superstizioni, delle vostre cosiddette “scienze”

Io sto dicendo che Parmenide non lo ha passato nessuno finora !

siate onesti fino al midollo ! se midollo lo avete !

io sono Luca @negazione@noblogo.org

Mah... sarĂ  l'impressione, ma a me sto papa mi dĂ  di imbarazzante. non mi ci vorrei trovare davanti a sentirmi la messa; parla troppo, peggio di Conte con la bocca gonfia di schiuma, e mi pare ambiguo cosa dice, confuso, doppio. non lo capisco dove vuole andare a parare. se qualcuno me lo sa spiegare in poche parole, ben venga.

E se lo guardo in faccia, mi pare un polpo moscio con gli occhi sguasti che vanno ognuno a cazzo suo, uno da 'na parte e l'altro kissà dove, privi cioè di quel sincro naturale; mentre uno si chiude sul comunismo, l'altro s'apre sull'islam dei decapitatori, e tu che stai tra la gente a sentirti la messa dici “oé ma questo con chi sta parlando ?”

perché il polpone ha firmato sotto sotto per pijarsi i soldi dalla Cina. ha allungato il tentacolo.

poi fa la morale, dice “pagate le tasse !” e sentimi un po' Zi Francì, sentimi senti

dimmi un po' ke razza di chiesa cristiana è na chiesa senza Dio !

che dici, Zi Francì, non lo vuoi qualche migrante in casa tua, non sono essi fratelli tuoi Zi Francì ?

mi vengono i brividi...

Sto polpone non ci ha fratellanza neanche nello sguardo...

...sarà pure l'impressione, ma puzza di “duplex” la cosa. e quando na cosa è duplice, non è chiara, qualcosa nasconde sotto sotto

io sono Luca @negazione@noblogo.org

sono il classico tipo che mi vedi da lontano, che ci ha qualcosa di strano, un qualcosa di buffo ma non sai cosa, però guardandomi bene nell'aspetto già ti senti a tuo agio osservandomi e pensi: ecco, è lui il coglione giusto... mo gli vado vicino gli chiedo “senti scusa, ma che per caso sta ancora aperto le Poste ?”

E questa era una che davero me lo chiedeva, dal momento che le Poste al mio paesino stanno praticamente “zuffonnate” -se così si può dire, dentro una valle che devi scenderci con le corde, calandoti per poi risalire oissa oissa con un affanno che ti devono attaccare un bombolone di ossigeno quando arrivi in cima.... sempre se arriva in tempo il 118

Le hanno progettate così certi ingegnerini, persone intelligenti che per far na cosa buona e giusta per tutti, na cosa comunista insomma, hanno pensato bene di sinistrare le Poste giù nella valle profondissima in modo che anche le vecchiettine potessero far sopra e sotto a piacimento, un po' di ginnastica fa sempre bene in fondo, pensavano loro, i grandi ingegneri di Stoka.

che sti qui stanno poi tutto il giorno attaccati allo smartphone ad ordinare monnezza cinese su amazon. non ci scendono proprio nella valle di lacrime... eccerto ! loro son comunisti, so intellettuali, non hanno mica pensieri umani ! non hanno mica esigenze !

“Sì” dissi alla ragazza che mi chedeva, “sta ancora aperto e non c'e fila” aggiunsi. cominciai poi a spiegarle un po' la disposizione della fila facendole na certa visione dall'alto diciamo, tipo pianta della fila. così, pensavo tra me, magari si fa un idea di cosa ci trova, e sopratutto di quale gente, se anziani colle pensioni o frikkettoncini a pagare le solite multe da museruola. “Ah ti ringrazio, sei stato molto gentile” esclamò lei infine.

So stato gentile. Lo vedi che ho ragione ?

Profeti, visionarii, scienziati, filosofi, sapienti... nessuno è riuscito finora a rispondere alla domanda sulla necessarietà delle cose, perché cioè il mondo, le cose son così, e non in un altro modo.

Ad esempio, immaginando una mela che casca dall'albero, osservandola escalmeresti “Ma certo ! è per via della forza gravitazionale !”. Non si saprebbe però perché debba avvenire così, proprio cioè per una forza attrattiva gravitazionale. Non si sa cioè del perché una mela esista, esista un albero, e che tale mela debba cadere a terra dall'albero proprio qui, in questo punto, ora, grazie ad una cosiddetta forza gravitazionale.

Del tutto, e del perché avviene, non se ne ha alcuna idea certa.

Se l'albero fosse nello spazio, la mela fluttuerebbe “all'infinito”, come si suol dire. Lo dico tra virgolette perché non sono andato là a misurare quanto sia grande l'infinito. E qualcuno piu sveglio esclamerebbe: “Logico, se è infinito, è inutile che vai a misurare: è infinito, sciocco !”. Eppure anche in quelle condizioni non si saprebbe perché debba avvenire in quella maniera, e non questa, come sulla Terra, in cui la mela tocca il suolo e rotola.

In qualunque modo siano e avvengano le cose, non si sa perché debbano avvenire, nel modo come avvengono, e non in altro.

“Perché è capitato proprio a me ?” penserebbe ora qualcuno

La necessità che una cosa avvenga, del perché deve avvenire, ed avviene in quella maniera, è una domanda antica più dell'uomo.

Esiste un'altra domanda non risposta: perché siamo qui ? Ma è bene precisare che la nostra domanda, la prima, quella del perché-le-cose-devono-avvenire-così ha priorità su tutte le altre. Il motivo è presto detto:

se non ci fosse stato nulla, cioè nessun mondo, nessun universo, nessun individuo pensante, niente di niente, non esisterebbe neanche quella prima domanda, né il motivo di porsela. Se non ci fosse nulla, non ci saremmo noi, non ci sarebbe la mela, non ci sarebbe la gravitazione, non ci sarebbe alcuna domanda da porsi.

Epperò anche in quelle condizioni del “nulla”, nulla ci si potrebbe chiedere. Perché dunque nulla ci si ptrebbe chiedere ?

Viceversa, segue però che la coscienza individuale è vincolata a ciò che esiste, un po' come il pensiero parmenideo di fronte all'essere a cui è vincolato indissolubilmente. Una coscienza dunque pensa soltanto ciò che è, ciò che esiste.

Se dunque uno sogna, ha visioni di mondi impossibili, oppure semplicemente pensa alla neve di colore verde, beh... allora esiste da qualche parte...

una neve di colore verde

o altrimenti dovrebbe andare in cura dallo psichiatra.

Per tal motivo io come tanti altri sognatori, e sicuramente molti tra voi, siamo “alternativi” proprio perché continuiamo ad investigare su questa deviazione dalla norma (ovvero ortogonalità) che obbliga a pensare che esista una ed una sola neve, d'un solo colore, cioe bianco.

Non siamo pazzi, eppure continuiamo a vedere cose che non esistono.

Ma è mai poossibile tutto ciò ?

io sono Luca @negazione@noblogo.org

è tale la collusione... che hanno financo il potere di brogliare. certo è che con questo Sì, il popolo italiano passerà alla storia come popolo suicida. la storia dirà (per chi avrà la fortuna di ricercare la stessa verità che oggi viviamo nel tormento e nell'angoscia) che non soltanto i governanti erano corrotti, bensì anche il popolo fu ignorante, e suicida.

possiamo affermare che anche stavolta come un secolo fa la propaganda preconfezionata del mainstream ha sortito l'effetto premeditato, di permettere cioè ai governanti nei propri metodi subdoli, raggiungere scopi malvagi.

a noi resta la coscienza del dissenso, la speranza, la preghiera che Dio ci salvi. son proprio ultime le scelte che si possono ancora fare. e fin quando sarĂ  possibile, bisogna farle a cominciare da oggi, votando NO AL REFERENDUM. Rimangono poi le scelte personali, le economiche, le scelte di vita, e quelle affettive.

è importante, proprio come educazione, imparare a dissentire: NO SECCO, a tutto. Avere il coraggio di mantenersi coerenti alle proprie scelte.

credo infine che la Repubblica Italiana stia vivendo i suoi ultimi giorni. VerrĂ  condannata a morte dai suoi governanti, dal primo cane all'ultimo fino in cima, e verso il basso, dai suoi stessi cittadini che fino ad oggi hanno, esattamente come i loro governanti, soltanto ciancicato a parole, nella loro consueta ipocrita inerzia, la vita, la libertĂ .

20.9.2020

#maidimenticare #referendum2020 #nosecco #dissenso

14.ott.2020

io sono Luca @negazione@noblogo.org

La cagnolina sulla strada

e non ti dico ieri... ...ho pianto mezzora. ero in moto su una via di montagna, subito dopo un paesino, c'era una cagnolina sulla strada, sai quei volpini bianchi e neri... era stesa di lungo a terra, morta. una stradina praticamente ignota anke alle moto. deve esser stata una macchina a dargli na botta. era stesa, inerte. me la son trovata davanti, non ti dico come ho pianto dentro al casco. ho continuato per quasi mezzora nei singhiozzi e nei lacrimoni, mi son fermato ch'era tutto appannato non vedevo piu niente.

l'ho sentito come la perdita di un membro del gruppo. una sensazione particolare, mi ha addolorato molto.

sto cercando di capire

o forse sti mesi costretti m'hanno sfasciato i sensori della empatia

è però na visione ke ma svegliato qualcosa, sicuro. perkè ho sentito proprio come un rikiamo... ke io aono sensibile agli animali... li vedo parte del mondo...

non so spiegare molte cose

io sono Luca @negazione@noblogo.org

Molti soscial tipo wattpad son destinati alla zombificazione. in generale tali piattaforme zombificano non per assenza di follower o di contenuti, bensì per la bassissima qualità dei contenuti e per la standardizzazione mentale delle persone che lo frequentano.

al momento ad esempio youtube applica sistematicamente bavaglio o completa censura. non si può dire assolutamente niente. facebook che fondamentalmente ha la presunzione di sostituirsi alla tua vita...

come si può pensare di far video imbavagliati, o di scrivere su fb e non venir censurati ?

twitter e altri, via dicendo...

di wattpad non parlo che lo conosco bene, neanche mi interessa parlarne. dico soltanto che tutti questi son soscial per gente che si accontenta, gente a cui gli basta una pappetta riscaldata...

per l'arte e la scrittura, per la creatività bisogna andare alternativo, cercarsi altro. andare sopratutto su tipologie GRATUITE e NUOVE dove NESSUNO, dico NESSUNO è padrone dei contenuti se non l'autore.

io continuo a cercare. sto provando “Tusky”, una app simile a twitter, che utilizza tecnolgie nuove decentralizzate dove sono gli utenti a tenere in vita qualcosa di appassionante.

Su instagram facebook, su wattpad tumblr state facendo il gioco del sistema. e se parlate troppo, vi chiudono la bocca

io sono Luca @negazione@noblogo.org