Guida alla decentralizzazione e al Fediverso con i Devol

logo del fediverso

Se siete abituati alle reti centralizzate come Facebook o Twitter, potreste chiedervi perché #Mastodon e il #Fediverso sono sparsi su migliaia di siti. Perché non avere un unico sito dove la gente si iscrive?

Ci sono molte ragioni importanti, ma forse la più importante è questa:

I network su siti singoli tendono ad essere comprati quando diventano popolari.

È successo a Instagram (comprato da Facebook), è successo a Whatsapp (comprato da Facebook), è successo a YouTube (comprato da Google). Può succedere a QUALSIASI COSA costruita interamente intorno ad un sito.

Non importa quanto ti fidi delle persone che gestiscono un sito, quando qualcuno offre loro miliardi di dollari potrebbero semplicemente prendere i soldi.

Le reti decentralizzate, dove non c'è un sito centrale, sono molto più resistenti alle acquisizioni.

Nessuno possiede la rete globale di posta elettronica, migliaia di provider indipendenti come @Tutanota@mastodon.social e @protonmail@mastodon.social sono in grado di offrire alternative, e se un provider si comporta male si può passare a un provider diverso.

È sicuramente fantastico che le istanze del fediverso non siano governate dalle grandi corporazioni. Ma le singole comunità possono ancora essere a rischio di svendersi alle corporazioni.

Per esempio, l'Internet Movie Database era originariamente un progetto della comunità, ma è stato acquistato da Amazon dopo pochi anni perché era diventato popolare.

Finché il Fediverso rimane decentralizzato con migliaia di server attivi, ci sarà molto meno rischio che questo accada.

## Cosa sono le istanze.

È molto, molto semplice:

L'istanza in cui ti trovi ora è noblogo.org, è il sito su cui leggi o ti sei iscritto.

Le istanze del Fediverso sono collegate, in modo che le persone su istanze diverse possano interagire tra loro. (È un po' come i fornitori di telefonia, anche le persone che usano diversi fornitori possono comunque chiamarsi a vicenda).

Istanze diverse hanno proprietari diversi, regole diverse, ecc. Se non sei d'accordo con il modo in cui viene gestita un'istanza, puoi spostare il tuo account (inclusi i tuoi followers e chi segui) in un'istanza diversa.

Puoi vedere a quale istanza qualcuno appartiene andando sulla pagina del suo profilo e guardando l'indirizzo Fediverso.

Per esempio, i devol sono sull'istanza mastodon.uno: @devol@mastodon.uno e sono sull'istanza noblogo.org: @devol@noblogo.org un po' come succede per le email solo che serve aggiungere una seconda @ davanti allnome utente.

C'è un'ottima guida animata di un paio di anni fa che spiega tutto in modo semplice:

Proprio come la posta elettronica, il Fediverso è decentralizzato, quindi è estremamente difficile che qualcuno possa mai comprarlo.

Ma ci sono anche altre ragioni per cui la decentralizzazione ha senso per il Fediverso. Forse la prossima ragione più importante è la capacità di scegliere le nostre regole.

Ogni sito (o “istanza”) sul Fediverso può decidere le proprie regole di comportamento accettabile. Questo rende la risoluzione delle controversie molto più civile, dato che le persone che non sono d'accordo con le regole di un'istanza possono spostarsi in un'altra istanza (o anche iniziarne una propria).

Ha anche molto più senso che avere un'enorme megacorporation che cerca di prendere decisioni sì/no sui disaccordi del mondo intero.

Le istanze possono anche scegliere di bloccare altre istanze. Peggio si comporta un'istanza, più altre istanze la bloccheranno, finché alla fine le istanze che si comportano peggio parlaneranno solo con se stesse.

Protocolli, non piattaforme!

La nostra introduzione al Fediverso

Qualche anno fa, un nostro account Twitter fu violato e successivamente sospeso. Nell'attesa di una decisione da Twitter per sapere se possiamo riavere il nostro account abbiamo ricevuto un avviso che hanno meno uomini disponibili per controllare, il che significa che potrebbero non arrivare a farlo durante la finestra di 30 giorni. Se non lo fanno, l'account sarà automaticamente cancellato senza possibilità di recupero. Non c'è un backup su twitter e non ti puoi spostare su un'altro account. Questo servizio è orribile, ma ci stiamo avvicinando all'idea che non riavremo l'account Twitter e questo non sarà un grave danno in quanto ci libererà del tempo che impiegheremo su mastodon.

Attraverso questo video ci sono i motivi per cui abbiamo iniziato a esplorare il fediverso partendo dalla piattaforma più rappresentativa e popolare, Mastodon:

Mastodon ed il Fediverso, i Social media Decentralizzati gestiti dai devol

Il Fediverso – l'Universo Federato gestito dai devol (che è una associazione no profit in via di costituzione come Associazione di Promozione Sociale) è composto da Mastodon, Peertube, Mobilizon, Writefreely, Pixelfed e Funkwhale (alternative distribuite a Twitter, Youtube, Evenbrite, Meetup, Facebook, Blogger, Instagram, Soudcloud e Spreaker). ActivityPub è il protocollo che permette a tutti loro di parlare tra loro. Ci sono molte istanze di tutti questi social, e si può scegliere quale si vuole in base ai loro termini e condizioni. Oppure se ne può creare una! La moderazione dei contenuti funziona a livello locale (i moderatori gestiscono le proprie istanze) e a livello più ampio (intere istanze possono essere bloccate se i loro Termini di servizio non sono allineati). E' facile scaricare tutti i dati del proprio account da un'istanza e portarli in un'altra istanza in qualsiasi momento conservando tutti i collegamenti sociali come i followers.

Se tutto questo sembra incredibile. Puoi provarlo ora. Crea un account Mastodon su mastodon.uno che è la più popolata istanza italiana, e un account Friendica su poliverso.org . Puoi fare in modo che si seguano a vicenda. Puoi fare in modo che si inviano risposte a vicenda e le puoi vedere comparire senza soluzione di continuità nelle notifiche dell'altro. Puoi provare la funzione di avviso dei nuovi contenuti su mastodon per venire notificato non appena esce un nuovo messaggio.

Poi puoi creare un account su Pixelfed su pixelfed.uno l'istanza italiana più importante, sapendo che se voglio cambiare idea in qualsiasi momento posso semplicemente spostarmi su un'altra istanza. Puoi mettere alcune foto. Poi puoi andare sul tuoi account Mastodon e seguire il tuo account Pixelfed. Le foto appariranno nel tuo flusso! Sei ora in grado di mettere “mi piace” e anche di ripubblicare le tue foto!

Puoi promuovere i tuoi eventi o organizzarli con un gruppo di persone con Mobilizon su mobilizon.it che è la seconda istanza in assoluto più attiva e ripubblicarli su mastodon o friendica.

Se vuoi pubblicare i tuoi video puoi creare un account su Peertube su Peertube.uno e seguirlo su mastodon e friendica per vedere i video, ripubblicarli con un click.

per la tua musica e i tuoi podcast è possibile usare funkwhale su funkwhale.it (attualmente la più grande istanza al mondo) e seguire i canali musicali e i podcast in tutto il fediverso.

Alla fine puoi creare un blog come questo su noblogo.org basato su Writefreely, e naturalmente seguirlo anche dal tuo account Mastodon! (attualmente serve contattare @writefreely@mastodon.uno per aprire un account)

Ma è lecito comprare un dominio con il nome dell'applicazione social?

Risposta breve: SI. E c'è già la corsa ad accapparrarsi tutti i domini “mastodon”, qua una lista di istanze mastodon nazionali o per lingua.

Risposta lunga: gli sviluppatori di applicazioni social del fediverso gestiscono anche istanze proprie il che andrebbe un po' contro il concetto di decentralizzazione. Nel caso di mastodon.social di proprietà del CEO di Mastodon è diventata la più grande istanza con un enorme numero di iscritti: 880.000 (ne ha un'altra mastodon.online da 165.000) Quindi la creazione di altre istanze con lo stesso dominio “mastodon.” è accettata in quanto proibirla di fatto accentrerebbe ancora di più potere sulle mani di una sola persona e andrebbe contro il principio di decentralizzazione. Infatti attualmente 8 delle 15 istanze mastodon più grandi hanno un dominio “mastodon.” e anche nella lista ufficiale è pieno di istanze con dominio “mastodon.” (al momento una decina fra le quali quelle dedicate al Belgio, Svezia, Paraguay, Uruguay, Catalana, Nuova Zelanda, Norvegia, Olanda, Scozia, Australia e Italia) quindi queste istanze sono dedicata a una Nazione e regione e non pende nessun ridicolo “brandjacking” che sarebbe assurdo applicare in una rete federata in cui non ci devono essere siti ufficiali proprietari di Brand.

Il Fediverso in realtà è pieno di istanze nazionali e in lingua, è d'uso comune nel creare istanze generiche per comunità appartenenti a un gruppo geografico o linguistico in quanto sono un grande valore aggiunto al fediverso, danno un servizio di moderazione e gestione e di assistenza in lingua che le grandi istanze internazionali non potrebbero altrimenti mai dare. Basti pensare alle istanze video peertube e l'importanza di avere portali nazionali che raggruppino in home tutti i video nella lingua locale.

Quindi per dare un'alternativa generalista italiana alle grandi istanze internazionali i devol dal 2019 hanno scelto di usare 3 domini .uno (Peertube, Mastodon, Pixelfed) e 2 domini .it (mobilizon e funkwhale) che riprendono il pieno il nome delle applicazioni social mentre per writefreely abbiamo usato un nome dominio diverso (noblogo.org).

Nei 5 server che gestiamo abbiamo aggiunto la dicitura “Italia” in modo da chiarire che l'accesso e utilizzo è consentito ai soli utenti italofoni.

In 4 anni di lavoro per il fediverso non abbiamo mai avuto la seppur minima lamentela dai diretti interessati e anzi tutte le istanze sono regolarmente consigliate nei siti ufficiali e sono fra le più popolari in assoluto.

L'unico problema fu con una vecchia gestione della piccola istanza Funkwhale.it ma in seguito ci accordammo con il nuovo gestore per cambiare solo il nome degli account social mantenendo intatto il nome “Funkwhale Italia” nel sito funkwhale.it in quanto istanza ristretta alla comunità italiana (funkwhale ha anche l'istanza inglese funkwhale.co.uk). Attualmente funkwhale.it compare fra le istanze consigliate nel sito ufficiale.

Tutte le istanze quindi rispettano le più stringenti regole e TOS e compaiono fra i server suggeriti dai siti ufficiali.

Conclusione

Tutto questo è meraviglioso. Così tanta scelta, così tanta flessibilità, e così tante incredibili possibilità di integrazione, grazie al fatto che tutti usano il protocollo ActivityPub che è uno standard del web rilasciato dal consorzio W3C che regola internet.

I giganti dei social media hanno troppo controllo su di noi. Scelgono cosa è permesso sulle loro piattaforme, decidono cosa dobbiamo vedere e cosa bloccare o espellere dalle loro piattaforme. Sappiamo tutti che non ci si può fidare di loro con i nostri dati, ma lasciamo che la facciano franca perché pensiamo di non avere scelta.

Una scelta ce l'abbiamo. È la distribuzione su migliaia di piccole istanze. È la libertà di crearne nuove o di spostarti da una all'altra. Sono i protocolli rispetto alle piattaforme. È il Fediverso!

Seguiteci su: Sito: devol.it Supportaci: offrici un caffè Mastodon: @devol@mastodon.uno Newsletter: buttondown.email/devol Telegram: Canale Devol

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.