In questa playlist puoi ascoltare tutti i Pink Floyd dal 1967 al 2014

immagine

1967 – 2014: la playlist con tutti gli album dei Pink Floyd in ordine cronologico è stata compilata da Openculture ed è oggettiva.

Contiene tutti gli album dei Pink Floyd, in ordine cronologico, sia quelli in studio che i live.

Dura 17 ore. Contiene 209 canzoni. E copre un arco di tempo incredibile. Dal 1967 al 2014.

Il viaggio inizia con “Astronomy Domine” e termina (un po’ mestamente) con l’ultima traccia di The Endless River.

Non manca l’incursione ufficiale nel panorama delle colonne sonore (per i film del regista Barbet Schroeder), con il terzo e il settimo album in studio, “More” e “Obscured by Clouds”. L’incursione non ufficiale, quella per Zabriskie point di Michelangelo Antonioni, manca nella playlist.

C’è un’altra ragione per esplorare una playlist così comprensiva. Riscoprire i Pink Floyd più faceti, anche senza Syd. In Meddle, ad esempio, un disco apparentemente più serio che mai—c’è “Echoes” — trovi due splendide canzoncine ben note agli appassionati. “Seamus”, blues dedicato a un cane che si sente guaire per tutto il pezzo. E la pigra “Saint Tropez”, che a moltissimi ascoltatori italiani sembrò contenere, nell’ultima strofa, un verso che fa “making a date for Rita Pavone”. Ci credette anche Rita Pavone.

#ascolti #playlist

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix