ᗩᐯᗩIᒪᗩᗷᒪᗴ

immagine

The Contino Sessions è il secondo album della band britannica Death in Vegas, pubblicato nel 1999.

A luglio 2013 è stato certificato disco d'oro dalla British Phonographic Industry per 100.000 unità vendute nel Regno Unito.

Nel 2000 l'album è stato nominato per il Mercury Music Prize.

Full Album: https://invidious.namazso.eu/watch?v=W9opu54L1tw

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

Murmur è l'album di debutto in studio del gruppo rock alternativo americano R.E.M., pubblicato il 12 aprile 1983 dalla I.R.S. Record.

Il disco ha ottenuto il plauso della critica al momento della sua uscita per il suo suono insolito, definito dai testi criptici del cantante Michael Stipe, dallo stile di chitarra squillante del chitarrista Peter Buck e dalle linee di basso melodiche del bassista Mike Mills.

Full Album: https://invidious.namazso.eu/watch?v=jBUjeOBzkIk

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

Southern Rock Opera terzo album in studio del gruppo rock americano Drive-By Truckers è stato pubblicato nel 2001.

Un doppio album che copre un'ambiziosa gamma di argomenti dalla politica della razza al rock da stadio degli anni '70. Southern Rock Opera immagina o filtra ogni argomento attraverso il “contesto” della leggendaria band del sud Lynyrd Skynyrd.

Il disco è stato originariamente autoprodotto dalla Soul Dump Records ed è stato ripubblicato nel 2002 dalla Lost Highway Records.

L'album è stato finanziato emettendo cambiali in cambio di prestiti da parte di fan, familiari e amici della band. L'artwork dell'album è stato realizzato dall'artista Wes Freed di Richmond, Virginia.

Venti brani: https://invidious.namazso.eu/playlist?list=PL6_O1spBL-YWXFYfxqFnat6qN3TFwug1z

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

The Doors è l'album di debutto in studio della rock band americana The Doors. Registrato alla Sunset Sound Recorders, Hollywood, California, è stato prodotto da Paul A. Rothchild e pubblicato il 4 gennaio 1967.

Dalla sua uscita, il disco è stato spesso considerato come uno dei più grandi album di debutto di tutti i tempi, sia dai critici, dai musicisti e editori.

Contiene la versione lunga del singolo rivoluzionario “Light My Fire” e la lunga canzone “The End” con la sua sezione di parole pronunciate edipiche. I Doors iniziarono a registrare il loro album di debutto sotto la gestione della Elektra Records nell'agosto 1966. La registrazione di The Doors ha stabilito un gran numero di influenze musicali della band, come jazz, classica, blues, pop, R&B e musica rock.

La sua presentazione complessiva è stata vista come una parte essenziale dell'evoluzione del rock psichedelico, mentre è stata anche riconosciuta come fonte di ispirazione per altre opere. Paul McCartney dei Beatles ha affermato che dopo l'uscita dell'album, voleva che la sua band sfruttasse lo stile musicale dei Doors come uno degli “alter ego” del gruppo, per il loro prossimo album Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band.

The Doors e “Light My Fire” sono stati inseriti nella Grammy Hall of Fame. Nel 2015 la Library of Congress ha selezionato The Doors per l'inclusione nel National Recording Registry in base al suo significato culturale, artistico o storico.

The Doors rimane l'album in studio più venduto della band, con vendite di oltre 13 milioni di copie. (Wikipedia)

Full Album: https://invidious.namazso.eu/watch?v=e-N2d5ED2KE

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

More Songs About Buildings and Food è il secondo album in studio del gruppo rock americano Talking Heads, pubblicato il 14 luglio 1978 dalla Sire Records.

È stato il primo di tre album prodotti dal collaboratore Brian Eno e ha visto la band muoversi verso uno stile ballabile, incrociando l'insolita interpretazione del cantante David Byrne con una nuova enfasi sulla sezione ritmica composta dalla bassista Tina Weymouth e dal batterista Chris Frantz.

More Songs ha stabilito Talking Heads come un successo di critica, raggiungendo il numero 29 nella classifica degli album pop di Billboard negli Stati Uniti e il numero 21 nella classifica degli album del Regno Unito. L'album conteneva il primo singolo tra i primi trenta della band, una cover di “Take Me to the River” di Al Green. (Wikipedia)

Full Album: https://invidious.namazso.eu/watch?v=e_pcZA3WRSI

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

Back to Black è il secondo e ultimo album in studio della cantante e compositrice inglese Amy Winehouse, pubblicato il 27 ottobre 2006 dalla Island Records.

Winehouse ha basato l'album principalmente sulla sua relazione tumultuosa con l'allora ex fidanzato e futuro marito Blake Fielder-Civil, che l'ha lasciata temporaneamente per perseguire la sua precedente ex ragazza. La loro separazione di breve durata l'ha spinta a creare un album che esplora i temi di colpa, dolore, infedeltà, crepacuore e trauma in una relazione.

Influenzata dalla musica pop e soul dei gruppi femminili degli anni '60, Winehouse ha collaborato con i produttori Salaam Remi e Mark Ronson, insieme alla band di Sharon Jones The Dap-Kings, per aiutarla a catturare i suoni di quel periodo mescolandoli con l'R&B contemporaneo e musica neo-soul. Tra il 2005 e il 2006, ha registrato le canzoni dell'album con Remi agli Instrumental Zoo Studios di Miami e poi con Ronson e i Dap-Kings ai Chung King Studios e alla Daptone Records di New York.

Tom Elmhirst ha mixato l'album ai Metropolis Studios di Londra. Back to Black è stato acclamato dalla critica musicale, che ha elogiato lo stile di scrittura delle canzoni e il canto emotivo di Winehouse, nonché la produzione di Remi e Ronson. L'album ha generato cinque singoli: “Rehab”, “You Know I'm No Good”, “Back to Black”, “Tears Dry on Their Own” e “Love Is a Losing Game”. È stato anche citato come un'influenza chiave per la popolarità diffusa del soul britannico durante la fine degli anni 2000, aprendo il panorama musicale per artisti come Adele, Duffy ed Estelle. Ai Grammy Awards 2008, Back to Black ha vinto il premio come miglior album vocale pop ed è stato anche nominato come album dell'anno.

Nella stessa cerimonia, Winehouse ha vinto quattro premi aggiuntivi, legandola ad altri cinque artisti come la seconda donna più premiata in un'unica cerimonia. L'album è stato anche nominato ai Brit Awards 2007 per MasterCard British Album ed è stato selezionato per il Mercury Prize 2007. Back to Black ha venduto 3,58 milioni di copie nel solo Regno Unito, diventando finora il secondo album più venduto nel Regno Unito del 21° secolo. L'album ha venduto oltre 16 milioni di copie in tutto il mondo.

Un'edizione deluxe di Back to Black è stata rilasciata nel novembre 2007, contenente un disco bonus di lati B e tracce dal vivo. Il DVD di debutto di Winehouse I Told You I Was Trouble: Live in London, pubblicato lo stesso mese, include un live set registrato allo Shepherd's Bush Empire di Londra e un documentario di 50 minuti che descrive in dettaglio la carriera del cantante nei quattro anni precedenti. Nel 2020, Back to Black si è classificato al numero 33 nell'elenco di Rolling Stone dei “500 migliori album di tutti i tempi”. (Wikipedia)

Full Album: https://invidious.namazso.eu/watch?v=fnq6Dzu1Gyk

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

Pornography è il quarto album in studio del gruppo rock inglese The Cure, pubblicato il 4 maggio 1982 dalla Fiction Records.

Preceduto dal singolo non-album “Charlotte Sometimes”, è stato il primo album della band con il nuovo produttore Phil Thornalley, ed è stato registrato ai RAK Studios da gennaio ad aprile 1982.

Le sessioni hanno visto la band sull'orlo del collasso, con la droga pesante l'uso, i combattimenti interni alla band e la depressione del frontman Robert Smith che alimentano il contenuto musicale e lirico dell'album. La pornografia rappresenta la conclusione della prima fase musicale oscura e cupa dei Cure, iniziata con il loro secondo album Seventeen Seconds (1980).

Dopo la sua uscita, il bassista Simon Gallup ha lasciato la band e i Cure sono passati a un ambiente molto più brillante e radiofonico. suono della nuova onda. Sebbene sia stato accolto male dalla critica al momento dell'uscita, Pornography è stato l'album più popolare dei Cure fino ad oggi, raggiungendo il numero otto nella classifica degli album del Regno Unito.

Da allora ha ottenuto il plauso della critica ed è ora considerato un'importante pietra miliare nello sviluppo dello stile musicale noto come gothic rock. (Wikipedia)

Full Album: https://invidious.namazso.eu/watch?v=3AjI1Jbe4zE

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

Surf's Up è il diciassettesimo album in studio del gruppo rock americano The Beach Boys, pubblicato il 30 agosto 1971 su Brother/Reprise.

Ha ricevuto recensioni ampiamente favorevoli e ha raggiunto il numero 29 delle classifiche statunitensi, diventando il loro LP di nuova musica con le classifiche più alte negli Stati Uniti dal 1967.

Nel Regno Unito, Surf's Up ha raggiunto la posizione numero 15, continuando una serie di primi 40 record che avevano non è diminuito dal 1965. Il titolo dell'album e l'artwork della copertina (un dipinto basato sulla scultura dell'inizio del XX secolo “End of the Trail”) sono un ironico e consapevole cenno all'immagine del surf dei primi anni della band.

Originariamente intitolato Landlocked, l'album ha preso il nome dalla traccia di chiusura “Surf's Up”, una canzone originariamente destinata all'album incompiuto del gruppo Smile.

La maggior parte di Surf's Up è stata registrata da gennaio a luglio 1971. A differenza del precedente LP Sunflower, Brian Wilson non era particolarmente attivo nella produzione, il che ha portato a arrangiamenti vocali più sottili.

Dal punto di vista dei testi, Surf's Up affronta le preoccupazioni ambientali, sociali e di salute più delle precedenti versioni del gruppo. Questo è stato per volere del co-manager appena reclutato Jack Rieley, che si è sforzato di rinnovare l'immagine del gruppo e ripristinare la loro reputazione pubblica dopo la triste accoglienza dei loro recenti album e tour.

Le sue iniziative includevano una campagna promozionale con lo slogan “ora è sicuro ascoltare i Beach Boys” e la nomina di Carl Wilson a leader ufficiale della band. Il disco includeva anche i primi importanti contributi di Carl: “Long Promised Road” e “Feel Flows”. Negli Stati Uniti sono stati pubblicati due singoli: “Long Promised Road” e “Surf's Up”. Solo il primo è entrato in classifica, quando è stato ristampato con il lato B “Til I Die” nel corso dell'anno, raggiungendo il numero 89.

Nel 1993, Surf's Up è stato classificato al numero 46 nella lista dei “100 migliori album” di NME nella storia . Nel 2000, si è classificato al numero 230 nella classifica dei 1000 migliori album di tutti i tempi di Colin Larkin. A partire dal 2021, è classificato come il 761esimo album con il punteggio più alto di tutti i tempi su Acclaimed Music. I momenti salienti della sessione, le riprese e i mix alternativi dell'album sono stati raccolti per la compilation del 2021 Feel Flows. (Wikipedia)

Full Album: https://invidious.namazso.eu/watch?v=qSb-s5nOF7w

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

Pink Flag è l'album di debutto in studio del gruppo rock inglese Wire. È stato pubblicato nel novembre 1977 dalla Harvest Records.

L'album ha guadagnato a Wire un seguito di culto all'interno della musica indipendente e post-punk al momento della sua uscita iniziale, diventando in seguito molto influente su molti altri musicisti.

Full Album: https://invidious.namazso.eu/watch?v=1Wi94-JGrtc

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix

immagine

«The Philosophy of Modern Song» è la sua nuova opera letteraria che ha iniziato a scrivere nel 2010, offre una sorta di masterclass sull’arte e sulla scrittura delle canzoni.

In The Philosophy of Modern Song vengono passate in rassegna oltre 60 (66 per l'esatezza) canzoni di artisti: da Stephen Foster a Elvis Costello, passando per Hank Williams e Nina Simone.

Analizza quella che lui chiama “la trappola delle rime facili”, spiega come l’aggiunta di una singola sillaba può sminuire una canzone e spiega persino come il bluegrass si riferisca all’heavy metal.

Un libro scritto nella prosa unica che contraddistingue Bob Dylan con pezzi misteriosi e volubili, commoventi e profondi e spesso divertenti.

Si parla di musica e di canzoni, ma in realtà The Philosophy of Modern Song è una specie di meditazione e riflessione sulla condizione umana.

In tutto il libro ci sono quasi 150 foto accuratamente curate e una serie di riff onirici che, presi insieme, assomigliano a un poema epico e si aggiungono alla trascendenza del lavoro.

Nel 2020, con l’uscita del suo eccezionale album Rough and Rowdy Ways, Dylan è diventato il primo artista ad avere un album nella Top 40 di Billboard in ogni decennio a partire dagli anni ’60.

The Philosophy of Modern Song, in uscita il primo novembre 2022, contiene molto di ciò che ha imparato sulla sua arte in tutti questi anni e, come tutto ciò che fa Dylan, è un traguardo artistico epocal.

Seguendo l’indice del nuovo libro del cantautore e Premio Nobel per la letteratura, Musicletter ha realizzato la relativa playlist su Spotify.

Buon ascolto

#ascolti

HomeIdentità Digitale Sono su: Mastodon.uno - Pixelfed - Feddit - Matrix