๐Ÿ…๐Ÿ…ก๐Ÿ…ฃ๐Ÿ…”๐Ÿ…ข๐Ÿ…ค๐Ÿ…ž๐Ÿ…๐Ÿ…ž

millenovecentosessantacinque

immagine

Scegliere nella lunga discografia di Dylan gli album che bisognerebbe assolutamente avere a casa รจ molto difficile. Di sicuro tutti quelli che ha inciso negli anni Sessanta, che ovviamente sono pietre miliari, fondamentali e irrinunciabili. Senza per questo trascurare alcuni dischi incisi negli anni โ€œminoriโ€, che contengono comunque brani straordinari. Non potendo averli tutti, alcuni sono veramente essenziali: โ€œThe freewheelinโ€™ Bob Dylanโ€ e โ€œThe Times they are a-changinโ€, per quanto riguarda la fase acustica. Imperdibili anche i successivi โ€œAnother side of Bob Dylanโ€, โ€œBringing it all back homeโ€, e poi ovviamente il qui recensito โ€œHighway 61 Revisited โ€œ. Aggiungendo almeno โ€œBlonde on blondeโ€e โ€œNashville skylineโ€, abbiamo un quadro piรน completo. Non รจ tutto, certo, ma รจ una buona base, per avere lโ€™essenziale di Bob Dylan.

Highway 61 Revisited โ€” Eโ€™ difficile dire se si tratti del piรน bel disco di Dylan. Di sicuro รจ quello piรน importante, piรน completo, un manifesto visionario, una boa intorno alla quale รจ girato il vento di tutto il mondo del rock alla metร  esatta del decennio dโ€™oro della musica popolare, il 1965.

Il disco รจ un racconto irripetibile di visioni che raffigurano lโ€™altra America, quella della strada, dei vicoli bui e malfamati, dei sogni infranti e dei viaggi. La svolta elettrica giร  iniziata precedentemente, raggiunge la maturazione con questo album, gemme come โ€œLike a rolling stoneโ€ (una, se non la, canzone piรน bella di tutti i tempi), Desolation row e Ballad of a thin man, riempiono di fremiti anche gli animi piรน insensibili alle sonoritร  rock. I testi sono veri propri intuizioni poetiche. In questo disco Dylan riesce a coniugare vibrazioni elettriche, ritmo, istinto di fuga, con unโ€™alta e ambiziosa densitร  letteraria. La forza devastante di questa โ€œsintesiโ€ deriva dalla sua ricchezza di linguaggio, figlio della grande tradizione americana, sia quella dei poeti Whitman e Ginsberg, sia dei menestrelli folk come Woody Guthrie.

Highway 61 Revisited รจ stato un disco โ€œboaโ€; la musica popolare sta svolgendo il ruolo profondo e sublime della poesia, Dylan porta il rock al rango della grande letteratura, e si rivolge efficacemente allo stesso tempo a milioni di persone.

Uno schiaffo di incomparabile bellezza.

#millenovecentosessantacinque

Home โ€“ Identitร  Digitale Sono su:ย Mastodon.unoย -ย Pixelfedย -ย Feddit -ย Per Contatto/Commenti